facebook rss

Festa del mare a Falconara:
torna il corteo di barche

ANCONA - Processione prevista per l'8 agosto. Non ci sarà lo spettacolo tecnico di Ferragosto
Print Friendly, PDF & Email

Festa del Mare 2019

 

 

La tradizione marinara di Falconara rivive con la Festa del Mare: domenica 8 agosto, a partire dalle 18, le acque antistanti la costa falconarese faranno da scenario al corteo delle barche, che porterà in processione la Madonna del Mare in un percorso da Villanova a Palombina Vecchia, fino a Rocca Mare. Al corteo, che partirà alle 18 da Villanova, parteciperanno le marinerie falconaresi, l’associazione Pionieri di Rocca Mare, la sezione falconarese della Società nazionale di salvamento, la Capitaneria di porto. Alle 18.30 la processione di barche si fermerà davanti alla costa di Palombina Vecchia, all’altezza dell’Associazione Nautica Sportiva, dove sarà lanciata in mare la corona a ricordo dei caduti del mare, quindi rientrerà a Villanova. La Madonna del Mare riprenderà il largo attorno alle 21 per raggiungere la spiaggia di Rocca Mare. L’arrivo è previsto per le 21.30 e alle 21.45 monsignor Angelo Spina celebrerà la Santa Messa in piazza Pionieri di Rocca Mare. Alle celebrazioni parteciperanno autorità civili e militari. Dopo lo stop dell’anno scorso dovuto all’emergenza sanitaria, la tradizionale Festa del Mare torna quest’anno in versione ridotta, senza la processione per le vie di Rocca Mare e senza lo spettacolo pirotecnico di Ferragosto, che avrebbero creato assembramenti. «Da anni la Festa del Mare celebra il rapporto della città e dei falconaresi con il mare – dice il sindaco Stefania Signorini, che parteciperà al corteo e alla celebrazione serale – e vogliamo tornare ad onorare questa importante tradizione, che riscopre le radici marinare di Falconara. Purtroppo abbiamo dovuto rinunciare ad alcuni appuntamenti, tra cui quello con lo spettacolo piromusicale della notte di Ferragosto. Come accaduto in altre realtà  della costa anconetana, tra cui Senigallia e Numana, la pandemia ha imposto regole ben precise, che ci hanno impedito di organizzare i fuochi di artificio nel rispetto delle norme sul distanziamento. La speranza è di tornare presto a organizzare questa iniziativa, che ogni anno ha portato migliaia di persone sulla nostra spiaggia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X