facebook rss

“Il Gusto incontra l’ascolto”:
momenti speciali all’insegna
dell’autismo e della convivialità

SIROLO - L'evento di solidarietà, organizzato da “Ragazzi Oltre Odv", si è tenuto al Conero Golf Club
Print Friendly, PDF & Email

Un momento della serata solidale

Con un’entusiasmante serata di musica tenuta da ragazzi autistici al Conero Golf Club di Sirolo, martedì sera è andato in scena l’evento di solidarietà dedicato all’autismo, organizzato da “Ragazzi Oltre Odv” in collaborazione con Elis Marchetti Chef.
La serata di gala “Il Gusto incontra l’ascolto” è riuscita a trasmettere ai presenti che l’organizzazione di volontariato regionale non chiede assistenzialismo ma vuole mettere in primo piano «il ruolo delle famiglie che devono spingere verso la creazione di più valore e lavoro per i loro figli, non abbandonando mai l’idea di un futuro “diverso”».
Le persone con autismo «sono risorse e noi comuni normodotati – ha affermato Silvia Mantini, presidente di Ragazzi Oltre – dobbiamo provvedere alla loro totale integrazione per meritare l’appellativo di civiltà. E’ fondamentale – ha aggiunto – continuare a portare avanti i progetti, aprendo maggiormente nuove vie alla professionalità e nuovi modi di guardare al mondo, gestendo itinerari terapeutici ed educativi rivolti a persone svantaggiate e ai loro familiari dando sempre più continuità come base essenziale».

Elis Marchetti

L’arte e la musica sono «il linguaggio universale per eccellenza – ha aggiunto -. In uno sguardo, in un suono, in un piccolo gesto, attraverso la musica è nata l’espressione di questi ragazzi speciali, come Leonardo ed Elia che si sono esibiti sia come solisti che come parte integrante di un’orchestra, la “Seem Saxophon”, i cui elementi – ha proseguito – sono tutti ragazze e ragazzi del Conservatorio Rossini di Pesaro, che ci hanno regalato momenti straordinari in un’emozionante serata all’insegna del buon cibo, della musica e della solidarietà».
Grazie a questa iniziativa l’associazione regionale continuerà a portare avanti progetti di inclusione sociale e lavorativa, condividendo la progettualità con le aziende e le amministrazioni locali.
«Sono veramente tanti gli obiettivi da raggiungere a tutela delle persone affette da questo importante e complesso disturbo differenziato e in costante aumento» è stato ricordato.
La serata ha visto anche interventi dalla dottoressa Annalisa De Stefanis Toffano, che ha spiegato quali sono le indagini e le percentuali nel mondo dell’autismo e degli aspetti legati alle strategie facilitatrici in inclusione lavorative e formative. L’avvocato Sonia Pernini ha messo in luce la criticità delle leggi esistenti e le loro applicazione, facendo passare il messaggio che le persone affette da autismo sono, per tutta una serie di peculiarità, una risorsa sociale per stringere e perseguire il miglioramento civile.

Un momento del concerto

Presenti alla serata anche il presidente Emanuele Pierandrei dell’associazione “Il Sorriso negli Occhi”e l’imprenditore Stefano Balducci che ha donato una borsa di studio per i futuri progetti musicali destinata all’Associazione “Ragazzi Oltre”.
La presidente dell’associazione ha infine ringraziato i presenti pronunciando parole profonde e toccanti anche in qualità di mamma di un “ragazzo speciale” affetto da autismo; raccontando che «Leo ha certamente un dono grande: quello di saper far commuovere ed emozionare chi l’ascolta, nonostante i limiti oggettivi che vive, la sua storia ricorda a tutti noi, cosiddetti “normodotati”, che le apparenze ingannano. Coloro che sono schedati come “disabili-fisici”, intellettivi, sono persone che non hanno meno abilità degli altri. Al contrario – ha sottolineato -, i diversamente abili talvolta hanno una sensibilità e delle doti inimmaginabili e addirittura superiori a quelle delle persone considerate “normali”; qualità nascoste che aspettano solo di essere portate alla luce da chi sa guardare oltre le apparenze, da chi sa ascoltare col cuore, oltre il silenzio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X