facebook rss

Vandali senza cuore si accaniscono
sulla sede del ‘Circo Marinaro’:
conta i danni la onlus per ragazzi disabili

FALCONARA - Il blitz, il terzo registrato nel corso dell'estate, è stato messo a segno questa notte a Palombina con il tentativo di forzare la porta d'ingresso del capanno delle attrezzature, spaccando le sedie all'esterno e distruggendo la cabina Enel. «Siamo un'organizzazione di volontariato per l'inclusione sociale che promuove gratuitamente attività legate allo sport in mare. Questo ennesimo danneggiamento non è solo economico, è una ferita al cuore. Sporgeremo denuncia dai Carabinieri»
Print Friendly, PDF & Email

 

Falconara, la porta della sede di ‘Circo Marinaro’ con evidenti segni di effrazione

 

Vandali ancora in azione nella sede del ‘Circo Marinaro Odv’, associazione che dal 2013 a Falconara si occupa di inclusione e attività sportive in mare rivolte ai ragazzi con disabilità.

Le sedie all’esterno distrutte

Stamattina uno dei 18 soci ha trovato per l’ennesima volta segni di effrazione sulla porta d’ingresso del capanno al sottopasso di Via Goito, a Palombina, che ospita il laboratorio e le strumentaziomi utilizzati dal gruppo di volontariato. Anche l’imbarcazione ‘Scheggia’ attrezzata per la navigazione a vela in mare aperto. Le sedie all’esterno erano state distrutte ed era stata danneggiata persino la centralina Enel per la fornitura di energia elettroca. La bravata, la terza registrata nell’estate 2021, comporterà un aggravio di spese per l’associazione che si autofinanzia, e che sarà costretta ancora una volta ad acquistare nuovi arredi per sostituire quelli danneggiati.

«La brutta sorpresa è arrivata dopo una serata dedicata alla presentazione di un libro che qui aveva visto la partecipazione di almeno 60 persone. Avevamo lasciato il Circo come sempre in ordine e stamattina al nostro arrivo abbiamo trovato ancora segni di effrazione e atti vandalici.- racconta Americo Amagliani componente del direttivo dell’associazione – Nelle ore notturne qualcuno ha cercato di entrare all’interno del capanno forzando senza riuscirci il lucchetto, ha danneggiato la cabina che alloggia il contatore dell’energia elettrica e abbiamo dovuto chiamate i tecnici Enel, e poi spaccato sedie e tavoli. Per tamponare i danni saremo di nuovo costretti a distogliere risorse dal nostro piccolo bilancio».

La centralina dell’Enel messa fuori uso

Fondi che la onlus destina alle attività a vantaggio dei ragazzi con difficoltà motorie e difficoltà di apprendimento. «Siamo un’organizzazione di volontariato volta all’inclusione sociale che promuove attività legate al mare in maniera totalmente gratuita. – ricorda Amagliani – Per questo l’ennesimo danno, frutto di deficienza morale ed intelletuale, non è solo economico ma è anche una ferita al cuore del Circo Marinaro. Ecco perché abbiamo subito segnalato il fatto ai carabinieri di Falconara che hanno già svolto un sopralluogo. Formalizzeremo anche la denuncia contro ignoti. Queste brutte immagini sono frutto di una stupidità cieca a cui non vogliamo abituarci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X