facebook rss

Un punto per l’Ancona Matelica:
a Grosseto finisce 0 – 0

SERIE C - Allo stadio “Carlo Zecchini”, dove sono giunti quasi centocinquanta tifosi di fede biancorossa, matura il primo pareggio in campionato per Papa e compagni. La squadra toscana colpisce due legni
Print Friendly, PDF & Email

 

15710947-D4A5-44CD-A37D-D038B85C5DB7-325x217

Una fase del match (foto Ancona Matelica)

 

di Andrea Cesca 

L’Ancona Matelica torna a casa con un punto dalla trasferta di Grosseto. La partita equilibrata non ha offerto granché allo spettacolo, anche se non sono mancate le occasioni da rete: 0 a 0 il risultato finale, primo pareggio in campionato per Papa e compagni. Recrimina la squadra toscana per i due legni colpiti da Dell’Agnello e Moscati. I biancorossi, meno brillanti rispetto a sei giorni fa, muovono la classifica. La cronaca. Nelle file dell’Ancona Matelica non c’è Moretti, match winner contro l’Olbia, fermato per un turno dal giudice sportivo. Al centro dell’attacco Gianluca Colavitto schiera Faggioli. L’altra novità rispetto alla partita di domenica scorsa è l’impiego di Maurizii al posto di Di Renzo. Il Grosseto, dopo il successo in Coppa Italia con il Campobasso, ha messo insieme due pareggi in campionato (0 a 0 con il Modena, 1 a 1 a Pistoia). Allo stadio “Carlo Zecchini” sono presenti quasi centocinquanta tifosi di fede biancorossa. L’arbitro dell’incontro, Andrea Calzavara di Varese, ha diretto una volta il Matelica nella passata stagione (vittoria per 5 a 1 con la Fermana). In settimana la società capitanata dal patron Mauro Canil ha prolungato fino al 2024 il contratto con il direttore sportivo Francesco Micciola.

Il caldo si fa sentire in maremma, il derby dei due mari stenta a decollare. La prima conclusione degna di nota si registra al 21’: Semeraro vince un contrasto in area e serve Arras, il sinistro di prima intenzione viene deviato in calcio d’angolo da Iotti. Due minuti dopo Delcarro non riesce ad addomesticare un buon pallone davanti a Barosi e l’azione sfuma. Le due squadre si equivalgono sul piano del gioco, le occasioni latitano, i portieri restano pressoché inoperosi. Poi un lampo: al 38’ Arras dalla destra scodella un pallone in area dove salta più in alto di tutti Dell’Agnello, il colpo di testa viene respinto dal palo. Grosseto vicinissimo al gol.

Grosseto

(foto Grosseto)

In apertura di ripresa anche l’Ancona Matelica si rende pericolosa con una ripartenza Sereni-Del Sole, l’ex Juve prova a piazzare la sfera con il piede preferito sul secondo palo, Barosi intercetta il sinistro e salva il risultato. Del Sole è ancora insidioso qualche istante più tardi da fuori area, il tiro si spegne di poco sul fondo. Poi la gara torna nell’anonimato. La cronaca offre qualcosa di più nelle battute conclusive. Il neo entrato Rolfini, al minuto 82’, calcia in diagonale con il sinistro, palla a lato, all’87’ Sereni in contropiede fa tutto bene ma la battuta con il destro trova la deviazione di un avversario e termina fuori. Ad un minuto dal 90’ occasione anche per il Grosseto, De Silvestro pesca davanti al portiere Scaffidi, il colpo di testa è impreciso. Al terzo minuto di recupero Moscati con il destro colpisce la traversa su assist di Raimo, lo stesso Moscati ci riprova con il sinistro poco dopo, tiro alto.
L’Ancona Matelica tornerà in campo mercoledì (alle 17) allo stadio Partenio-Adriano Lombardi di Avellino per il secondo turno di Coppa Italia di Serie C. Domenica prossima, ad Ancona, arriverà invece il Pontedera per la quarta giornata di campionato.

Il tabellino:

GROSSETO (4-3-1-2): Barosi 6,5; Raimo 6, Siniega 6, Ciolli 6, Semeraro 6; Serena 5,5 (10’ st Piccoli ng), Vrdoljak 6 (22’ st Fratini ng), Cretella 5,5; Marigosu 6 (10’ st De Silvestro 6); Dell’Agnello 5,5 (30’ st Scaffidi ng), Arras 6 (10’ st Moscati ng). A disp.: Fallani, Verduci, Salvi, Fratini, Biancon, Artioli, Perrella, Ghisolfi. All.: Magrini.

ANCONA MATELICA (4-3-3): Avella 6; Tofanari 6, Masetti 6, Iotti 6, Maurizii 5,5; D’Eramo 5,5 (15’ st Sabattini ng), Papa 6 (15’ st Gasperi ng), Delcarro 6; Del Sole 6 (26’ st Rolfini ng), Faggioli 6, Sereni 5,5. A disp.: Canullo, Vitali, Di Renzo, Iannoni, Bianconi, Farabegoli, Vrioni, Ruani, Noce. All.: Colavitto.

ARBITRO: Calzavara di Varese 6

ASSISTENTI: Minafra di Roma 2 e Sicurello di Seregno

QUARTO UOMO: Gavini di Aprilia

NOTE: spettatori 1.310 (139 gli ospiti). Ammoniti: Semeraro, Papa, Sabattini, Gasperi e Delcarro. Calci d’angolo: 3 a 3. Recupero: 7’ (2’+ 5’).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X