facebook rss

Stalking, pedina e minaccia l’ex moglie:
in carcere un 35enne

FABRIANO - La coppia si sta separando e dopo la denuncia della donna il marito non ha rispettato il divieto di avvicinamento all’abitazione di lei. Ieri dopo averlo cercato per circa un’ora per le vie della città, i carabinieri lo hanno arrestato e accompagnato nel peniteziario dorico di Montacuto in custodia cautelare
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

 

Pedinamenti da casa al lavoro, danneggiamenti, minacce dopo la fine della loro relazione sentimentale. Gesti morbosi attorno ai quali si era avvitato l’uomo e a causa dei quali il giudice gli aveva vietato di avvicinarsi alla abitazione della donna.  I carabinieri della stazione di Fabriano, diretti dal capitano Mirco Marcucci, hanno arrestato un 35enne residente a Fabriano, nato in Albania, con regolare permesso di soggiorno, per maltrattamenti, minacce, pedinamenti e stalking nei confronti della moglie di 33anni – tra i due è in corso una separazione – anche lei nata in Albania e residente in città. L’arresto è avvenuto ieri dopo l’ordinanza di custodia in carcere emessa dal tribunale di Ancona. Tutto è iniziato con la denuncia sporta dalla donna che evidenziava essere vittima di minacce, appostamenti sotto casa prima di andare al lavoro, danneggiamenti dell’auto. . A seguito di mirati accertamenti dei carabinieri con personale in divisa e in borghese il Tribunale ha disposto il divieto di avvicinamento all’abitazione della donna. L’uomo non ha rispettato il provvedimento disposto dall’Autorità giudiziaria. I controlli dei militari, però, non si sono mai fermati. Una volta accertato che l’uomo, nonostante questo dispositivo che gli vietava di avvicinarsi alla residenza della donna, ha violato quanto disposto, il giudice ha emesso ordinanza di custodia in carcere. Ieri i carabinieri, dopo averlo cercato per circa un’ora per le vie della città, lo hanno arrestato e condotto nel carcere di Montacuto di Ancona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X