facebook rss

Ortopedia delle Marche:
nuove sinergie nella ricerca e assistenza

ANCONA - Illustrati questa mattina il nuovo assetto organizzativo e le nuove attività clinico-scientifiche della Clinica di Ortopedia dell’adulto e pediatrica dell’Azienda ospedaliero universitaria che ha attivato diverse collaborazioni esterne anche con il Centro di Diagnosi Prenatale di II livello di Loreto, la Lega del Filo d'Oro, l'Istituto Bignamini – Fondazione Don Gnocchi e il l Policlinico Gemelli di Roma
Print Friendly, PDF & Email

Un momento dell’incontro dedicato all’attività clinico-scientifiche della Clinica di Ortopedia Adulta e Pediatrica

 

Sono state presentate questa mattina ad Ancona le novità organizzative, terapeutiche e scientifiche intraprese dalla Clinica di Ortopedia dell’Adulto e Pediatrica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche Univpm. Tra le eccellenze della sanità marchigiana, la Clinica di Ortopedia dell’Adulto e Pediatrica ha illustrato il nuovo assetto organizzativo e le nuove attività clinico-scientifiche come l’attività chirurgica di traumatologia, di correzione delle gravi deformità e di allungamento degli arti insieme all’attività di correzione delle gravi deformità del rachide (cifosi, scoliosi, spondilolistesi) e del trattamento dei tumori ossei dell’infanzia, con il fondamentale apporto del personale di area infermieristica. Numerose e determinanti per un lavoro in sinergia con le diverse professionalità, le collaborazioni interne con la Chirurgia della Mano (Dott. Michele Riccio); la Clinica Pediatrica (Prof. Carlo Catassi) e la Sod di Pediatria (Dott. Salvatore Cazzato); l’Anestesia e Rianimazione (Dott. Alessandro Simonini); la Chirurgia Pediatrica (Prof. Giovanni Cobellis), la Radiologia Pediatrica (Dott. Giulio Argalia); la Terapia Fisica e Riabilitativa (Dott. M. Ricci, Prof.ssa M. Capecci) e neuropsichiatria (Dott.ssa CarlaMarini) e l’onco-ematologia pediatrica (Dott.ssa Paola Coccia).

Infine, sono attive collaborazioni esterne con il servizio di diagnosi prenatale delle malformazioni (lussazione congenita dell’anca e piede torto congenito) con il Centro di Diagnosi Prenatale di II livello di Loreto (direttore dott. Alessandro Cecchi); con l’Istituto Bignamini – Fondazione Don Gnocchi per la cura delle malattie neurologiche dell’infanzia (Dott.ssa Giuliana Poggianti); con la Lega del Filo d’Oro per la cura delle malattie ortopediche dei bambini sordo-ciechi (Dott.ssa Patrizia Ceccarani, direttore Scientifico e Dott. Rossano Bartoli, presidente della Lega del Filo d’Oro); con la Oncologia pediatrica del Policlinico Agostino Gemelli –Roma (Prof. Antonio Ruggiero). Saranno avviate attività in vari centri della regione (da San Benedetto del Tronto e Macerata a Fabriano e Pesaro) ed extraregionali (Umbria e Abruzzo). Alla presentazione, stamattina hanno partecipato Gian Luca Gregori, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Michele Caporossi, direttore generale Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti, Mauro Silvestrini, preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia UnivPm, Nadia Storti, direttore generale Asur Marche, Antonio Gigante, direttore della Clinica Ortopedia Adulta e Pediatrica, Carlo Ciccioli consigliere regione Marche e Fulvio Borromei, presidente dell’Ordine dei Medici di Ancona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X