facebook rss

Poliambulatorio, Liste civiche:
«Il problema non sono gli spazi
semmai la carenza di servizi»

OSIMO - Secondo i movimenti civici l'attuale sede può essere ristrutturata o gli ambulatori possono essere spostati nei locali vuoti dell'ospedale Ss Benvenuto e Rocco. «Basta specchietti per le allodole»
Print Friendly, PDF & Email

Il poliambulatorio tra via Antica Rocca e piazza del Comune a Osimo

 

«La nuova sede del Poliambulatorio di Osimo, non può essere un diversivo per mascherare le enormi carenze di questi anni, a cui l’ Area Vasta 2 e l’ Asur non hanno messo mano. Il Poliambulatorio attuale può essere ristrutturato, o trasferito negli spazi vuoti dell’ospedale Ss Benvenuto a Rocco, oggi Inrca Osimo». E’ la posizione delle Liste civiche Osimo allo scadere dell’avviso per manifestazioni di interesse dell’Asur-Area Vasta 2 per individuare una nuova sede del Poliambulatorio di Piazza del Comune che possa anche accogliere gli ambulatori del Centro di Salute Mentale, la postazione del 118 e i locali dell’Avis. «Quello che dovevano fare da molto tempo Giovanni Guidi, direttore dell’Area Vasta 2 e/o Nadia Storti, dg dell’Asur Marche era, ed è la copertura dei tanti, troppi, posti di personale specialistico, sanitario e socio sanitario scoperti. – prosegue il comunicato dei movimenti civici – Mancano i servizi non la struttura, questo è quello che da anni come Liste civiche abbiamo evidenziato, contestato e richiesto. Questo è quello che deve essere fatto quanto prima, senza specchietti per le allodole e senza più ritardi dall’ Av2 e/o Asur che si devono muovere».

Lo stato dei lavori al cantiere del nuovo Inrca di Camerano come si presenta oggi

Anche il sindaco Simone Pugnaloni ha preso posizione sull’argomento consigliando all’Area Vasta 2 di attendere, per qualche anno e per opportunità, il trasloco dei reparti dell’Inrca-Osimo nel nuovo plesso in costruzione dell’Aspio di Osimo per poter utilizzare gli spazi lasciati vuoti in futuro nell’ospedale Ss. Benvenuto e Rocco. Il cantiere del nuovo Inrca procedere a passi spediti e la realizzazione della struttura è a buon punto.

 

«Trasferimento del Poliambulatorio? Meglio attendere che si liberino i reparti dell’Inrca-Osimo»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X