facebook rss

Matteo Marasca candidato
sindaco di Jesi per i movimenti civici

AL VOTO - L'avvocato di 37 anni, attuale presidente dell'Asp Ambito 9, ha offerto la sua disponibilità a correre per la fascia tricolore come successore del sindaco Massimo Bacci in scadenza di secondo mandato. Mercoledì la presentazione
Print Friendly, PDF & Email

Matteo Marasca

 

 

Dopo tanti rumors è arrivata l’ufficializzazione: Matteo Marasca scenderà in campo come candidato sindaco di Jesi per le Amministrative 2022. Le Liste civiche della attuale maggioranza di governo hanno acquisito la sua disponibilità a correre per la fascia tricolore come successore del sindaco Massimo Bacci (Jesiamo, Jesinsieme, Patto X Jesi, Insieme Civico), in scadenza di secondo mandato. Il Viminale non ha ancora decretato la data del voto anche se, al momento, tutto lascia supporre che al massimo sarà fissata per il mese di giugno. Marasca, avvocato di 37 anni e attuale presidente dell’Asp Ambito 9, si presenterà mercoledì prossimo illustrando le linee guida del suo programma elettorale. L’esperienza sui banchi del Consiglio comunale per lui è iniziata nel 2007 con l’elezione tra le file del Movimento democratico Jesi. Rieletto nel 2012 nella lista del Pd e poi nominato capogruppo consiliare, cinque anni dopo, nel 2017, era andato allo strappo con il partito, in dissenso sulla scelta dell’allora candidato sindaco definita senza il filtro delle Primarie. Poi l’avvicinamento ai movimenti civici. In questa nuova tornata elettorale si dovrà confrontare con un ex collega dem, l’avvocato Lorenzo Fiordelmondo, consigliere comunale uscente, sostenuto nella candidatura a sindaco da un’ampia coalizione di centrosinistra composta dal Partito Democratico, Jesi in Comune, Repubblicani Europei, Movimento 5 Stelle, Sinistra Italiana, Europa Verde, Articolo 1, Con senso civico, Fare cultura/e.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X