facebook rss

Tentato omicidio della figlia,
la madre: «Come sta la mia bambina?»
Fermo non convalidato, resta sotto custodia

MACERATA - Udienza in tribunale per la 40enne indiana accusata di aver gettato la bimba di tre anni dalla finestra e di averla ferita al collo con un coltello. La difesa ha fatto eccezione, accolta dal giudice: non c’è pericolo di fuga. Per ora sta in ospedale poi andrà in carcere. Il difensore: «È costernata, tutto fa pensare abbia avuto un blackout». VIDEO
Print Friendly, PDF & Email
L'arrivo della donna questa mattina in tribunale a Macerata

indiana-bimba-finestra-2-650x434

La donna al suo arrivo in tribunale a Macerata

di Gianluca Ginella (foto di Fabio Falcioni)

Ha chiesto di conoscere le condizioni della figlia e di poter parlare col marito e la sorella la donna indiana di 40 anni accusata del tentato omicidio della figlia di tre anni. Oggi si è svolta la convalida del fermo davanti al giudice Claudio Bonifazi del tribunale di Macerata.

indiana-bimba-finestra-3-325x217Il fermo non è stato convalidato in quanto il giudice ritiene non vi sia pericolo di fuga (su questo aveva fatto eccezione la difesa questa mattina in udienza). Il giudice ha comunque applicato la custodia cautelare per la donna, che per ora resta in ospedale, date le sue condizioni di salute ma che in seguito, una volta che si avrà parere positivo dei medici alle dimissioni, andrà in carcere. Nel corso dell’udienza la donna, assistita dagli avvocati Andrea Netti e Valentina Romagnoli, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

valentina-romagnoli-e1651660249243-325x238

L’avvocato Valentina Romagnoli

La donna è accusata di avere, lo scorso 1 maggio, ferito la figlia di 3 anni con una coltellata al collo e poi di avere buttato la bambina dalla finestra del terzo piano del palazzo dove vivono, in via Dante Alighieri, a Macerata.

«Lo stato di salute della signora appare incompatibile con una misura custodiale – dice l’avvocato Romagnoli – e la relazione del servizio psichiatrico dell’ospedale dice che ha uno stato depressivo molto forte. Per ora starà in ospedale e in caso di dimissioni andrà in carcere. Ha chiesto della figlia, per sapere come sta. Non si è sottoposta a interrogatorio perché non è in condizione. Non era lucida ma sotto effetto di psicofarmaci». Sulle condizioni della donna, Romagnoli aggiunge: «È costernata ai limiti del “non so cosa è successo, non mi spiego”. Dalle testimonianze tutto fa pensare che abbia avuto un black out. Non c’erano state avvisaglie».

indiana-bimba-finestra-1-650x434

 

Bambina precipitata dalla finestra, l’accusa: «La madre l’ha accoltellata» Il legale: «I familiari sono sconvolti»

La bimba lanciata nel vuoto dalla madre, ora la donna è in stato di fermo e piantonata in ospedale

Choc a Macerata, bimba cade dal terzo piano La mamma tenta il suicidio

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X