facebook rss

Start Cup 2022 ( VIDEO )
Gli atenei delle Marche cercano
idee di impresa per innovare

CAMERINO - Nuova edizione dell'iniziativa Unicam che coinvolge anche le Università di Urbino, Ancona e Macerata. Gli studenti vincitori potranno partecipare alla selezione nazionale a novembre a L'Aquila
Print Friendly, PDF & Email
Presentata Start Cup Marche 2022 con l'ashtag Vince la tua idea

di Gabriele Censi

Torna la Start Cup Marche, iniziativa promossa dall’università di Camerino che coinvolge tutti e quattro gli atenei marchigiani e i loro studenti chiamati a presentare entro il 9 settembre una idea di impresa innovativa. In autunno si svolgeranno le varie fasi di selezione che si concluderanno in sede nazionale a L’Aquila a cura dell’associazione PniCube. Previsti premi in denaro per sviluppare le idee selezionate. Oggi la presentazione a Camerino con i rappresentanti di Unicam, Unimc, UnivPm e UniUrbino. 

start-cup

I rappresentanti degli atenei marchigiani hanno presentato a Camerino Start Cup 2022

«Nella storia di questa competizione ci sono tanti esempi di successi imprenditoriali –  ricorda il rettore Claudio Pettinari – ma non è solo competizione ma anche cooperazione, lo dimostrano le nostre università che stanno lavorando insieme per portare sviluppo e ripresa sui nostri territori. I progetti degli studenti  possono diventare impresa e saranno giudicati da una giuria attenta ed esperta». Delegato Unicam per Start Cup è Daniele Rossi: «Rispetto allo scorso anno lo scenario internazionale è cambiato, purtroppo in peggio, dopo la pandemia ora c’è la crisi internazionale legata al conflitto bellico. Un contesto che dovrà stimolare gli studenti nella sfida alla ricerca di idee innovative».

Daniele-Rossi-e-Claudio-Pettinari

Daniele Rossi e Claudio Pettinari

Per Unimc presente Lorenzo Compagnucci, tutor del Laboratorio Umanistico per la Creatività e l’Innovazione: «Abbiamo aderito con piacere all’invito di Unicam per questa nuova edizione che metterà in condizione gli studenti di collaborare e coinvolgere le imprese del territorio e rafforzare le progettualità condivise delle università». «Parlare di imprenditorialità significa – spiega Fabio Musso, pro rettore di Urbino – pensare a come i giovani possono esprimere le loro capacità nel mondo del lavoro, dobbiano favorire il percorso imprenditoriale, un contributo fondamentale per tutta l’economia regionale» Gian Luca Gregori, rettore della Politecnica delle Marche è intervenuto in collegamento telefonico puntando l’attenzione sulle criticità: «E’ complesso trovare finanziamenti e assistere le start up nei rapporti con la finanza, e dare continuità alle imprese, ma abbiamo casi di grandissimo successo con aziende quotate in borsa che danno una ventata di ottimismo, su questo dobbiamo puntare»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X