facebook rss

Parte la cassa integrazione alla Whirlpool
Fiom Cgil: «L’azienda confermi
la strategicità del territorio di Fabriano»

FABRIANO - La sigla sindacale è consapevole che gli sconvolgimenti globali stanno avendo forti ripercussione sui mercati e chiede alla multinazionale «come intende recuperare l’attuale mancanza di volumi produttivi e quali azioni intende intraprendere per evitare inefficienze produttive, fermi e disagi alle persone per la difficoltà di reperimento delle componentistiche» per lo stabilimento di Melano
Print Friendly, PDF & Email

La rappresentanza sindacale dei lavoratori dello stabilimento di Melano-Fabriano ad una manifestazione di protesta (foto d’archivio)

 

 

Da oggi comincia la cassa integrazione allo stabilimento Whirlpool di Melano, a Fabriano. La Fiom di Ancona ritiene indispensabile che «l’azienda, quanto prima, confermi in maniera ufficiale quanto sottoscritto durante l’esame congiunto, ossia la temporaneità della contrazione di mercato che porterà da qui al 17 giugno all’utilizzo dell’ammortizzatore sociale ordinario ( quindi non per crisi strutturale ), poi partirà la prima trance di ferie estive a scorrimento. Attualmente su luglio la situazione sembra migliore, con una richiesta di 3 giornate complessive di cassa e quella odierna è l’unica in cui lo stabilimento resterà completamente chiuso. I fermi riguarderanno comunque sia la parte di produzione dei modelli Gas che l’elettrico» sottolinea in un comunicato la segreteria Fiom Ancona.

Whirlpool si è impegnata, su richiesta delle Rsu, a garantire comunque la maturazione dei ratei, richiesta portata avanti con forte determinazione per sostenere il reddito delle persone che saranno poste in ammortizzatore sociale.«Gli sconvolgimenti globali stanno avendo fortissime ripercussione sui mercati con il rischio che la situazione produttiva risenta di conseguenze sempre più pesanti e complicate da affrontare» sottolinea la sigla sindacale. La Fiom di Ancona chiede pertanto «che l’azienda chiarisca fin da subito come intende recuperare l’attuale mancanza di volumi produttivi e le azioni che intende intraprendere per evitare inefficienze produttive, fermi e disagi alle persone a causa della difficoltà di reperimento delle componentistiche, confermando al più presto la strategicità del polo di Melano e di tutto il territorio fabrianese».

 

Whirlpool, cassa integrazione per lo stabilimento di Melano

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X