facebook rss

Mucca fugge dalla stalla
e vaga per campi:
scatta l’ordinanza per abbatterla

OSIMO - La bovina di 450 chili da settimane si aggira per una proprietà privata di San Paterniano priva di recinzione nei pressi di via Chiaravallese riuscendo ad evitare ogni tentativo di cattura. Essendo ritenuta un pericolo pubblico, da domani scatterà l'intervento della Polizia Provinciale per il suo abbattimento
Print Friendly, PDF & Email

(foto d’archivio)

 

E’ fuggita da una stalla di Osimo nelle scorse settimane riuscendo a darsi alla macchia, per campi. Il proprietario della mucca ha cercato in tutti i modi di recuperarla ma la bovina è riuscita a sfuggire a tutti i tentativi di cattura nella zona della frazione di San Paterniano. E lo scorso 28 marzo l’uomo è stato costretto a rivolgersi ai carabinieri di Osimo per denunciare l’allontanamento dell’animale. Il bovino, di razza Charolaise da macello, nel suo girovagare senza meta potrebbe infatti trasformarsi in un pericolo per la pubblica incolumità. Valutata la proposta di abbatterla, pervenuta agli uffici comunali dall’Asur Marche-Servizio Sanità Animale, il sindaco ha firmato l’ordinanza per dar seguito alla richiesta.

Negli ultimi giorni la mucca di 450 chili è stata avvistata in una proprietà privata, priva di recinzioni nei pressi della strada provinciale 5, via Chiaravallese che collega Osimo a Polverigi e Offagna. E’ ritenuta una mina vagante perché «esiste il concreto pericolo dello sconfinamento negli altri territori dei Comuni limitrofi», come si legge nell’ordinanza, oltre a quello che possa invadere la carreggiata stradale. Da domani quindi partirà la caccia alla bovina. E’ previsto un intervento per il suo abbattimento «mediante proiettile secondo metodo di eutanasia previsto dalle linee guida Avma». L’abbattimento – secondo quanto stabilito dall’ordinanza -«dovrà avvenire nel più breve tempo possibile e sarà eseguito materialmente dal Comando Polizia Provinciale con la collaborazione delle autorità competenti ai fini di garantire la sicurezza durante le operazioni di abbattimento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X