facebook rss

Unicam riflette sull’informazione
e riscopre la complessità (Video)
Serra: «Dialettica penalizzata dai social»

CAMERINO - Prima giornata de "Il bello di Unicam" con lo scrittore satirico e i giornalisti Rai testimoni del terremoto, Massimo Veneziani e Felicita Pistilli. Annunciata una borsa di studio in memoria di Maria Grazia Capulli
Print Friendly, PDF & Email
Il bello di Unicam dedicato a Maria Grazia Capulli

di Gabriele Censi

Sul tema della complessità si sono confrontati ieri a Camerino per la prima giornata de “Il Bello di Unicam” il giornalista Michele Serra, gli inviati del Tg1 Felicita Pistilli e del Tg3 Massimo Veneziani. Il rettore Claudio Pettinari ha fornito lo spunto iniziale: «tra il bianco e il nero riscopriamo il grigio». Serra, collegato in remoto, ha parlato della difficoltà di riscoprire la dialettica e il confronto in un contesto troppo veloce condizionato dai social. 

bello-di-unicam-4-325x244

Massimo Veneziani

Gli ospiti di Unicam hanno provato a dare una definizione di #complessità nella gestione dell’informazione in momenti di difficoltà quali la guerra, il terremoto, la pandemia. Presente in sala anche Angelo Capulli, fratello della giornalista Maria Grazia Capulli, alla quale l’iniziativa come ogni anno è dedicata, insieme al rettore hanno annunciato l’istituzione di una borsa di studio per gli studenti Unicam in memoria di Maria Grazia.

bello-di-unicam-7-325x244«E’ fondamentale – ha sottolineato il rettore Unicam Claudio Pettinari – osservare i tragici eventi che ci vedono spettatori attoniti e increduli, nonché gli ultimi due anni di pandemia, analizzando la complessità delle cause che li hanno originati e degli effetti che si stanno verificando, senza radicalizzare e polarizzare il pensiero, pur nel massimo rispetto della diversità di opinione, con l’obiettivo di creare una cittadinanza consapevole, responsabile, attiva, che è anche parte della missione di ogni ateneo. Per questo ringrazio tutti gli ospiti che hanno voluto essere con noi per discutere di questi temi con la comunità universitaria».

La giornata di giovedì 9 giugno sarà  dedicata alla complessità nella scienza per avere sempre più consapevolezza di quanto sia importante e fondamentale che scienza e società percorrano insieme la strada del progresso e della prevenzione, dell’innovazione e dello sviluppo. Interverranno Margherita Morpurgo del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche e Farmacologiche dell’Università di Padova, Ivano Dionigi Presidente Consorzio Interuniversitario AlmaLaurea, Monica Colpi del Dipartimento di Fisica “G. Occhialini” Università degli Studi di Milano – Bicocca

bello-di-unicam-5-300x400

Felicita Pistilli

La giornata conclusiva del 10 giugno sarà dedicata agli aspetti dedicati alla sostenibilità ed alla pace, affinché non restino solo uno slogan, ma siano realmente un insieme di azioni integrate che, pur nella loro complessità, facciano comprendere cosa significhi concretamente rispettare l’ambiente, sostenere una comunità, intessere relazioni nell’ottica di uno sviluppo libero e sostenibile. Interverranno Francesca Longo del Dipartimento Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania e referente per le Relazioni Internazionali di RUniPace- Rete delle Università italiane per la Pace, Patrizia Lombardi Vice Rettrice per Campus e Comunità Sostenibili del Politecnico di Torino e Presidente RUS-Rete delle Università per lo Sviluppo sostenibile, Marco Frey dell’Istituto di Management Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

“Il Bello di Unicam”, quest’anno ha il patrocinio della Rete delle Università italiane per la Pace. Gli incontri di giovedì 9 giugno e di venerdì 10 giugno avranno inizio alle ore 16 e sarà possibile seguirli sia pin presenza presso la sala convegni del Rettorato oppure collegandosi al link disponibile nella pagina https://ilbellodiunicam.unicam.it/

bello-8-giugno1-650x488 bello-di-unicam-1-650x488

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X