facebook rss

DanzaMare Senigallia:
il ricavato dello stage
sarà devoluto all’Aos

L'EVENTO, giunto alle settima edizione, si svolgerà al teatro la Fenice con lezioni tenute da maestri di fama internazionale e provenienti dalle più prestigiose Accademie
Print Friendly, PDF & Email

 

Dopo 2 anni di sosta forzata a causa della pandemia, sulla Spiaggia di Velluto torna l’appuntamento con danzaMare Senigallia. «Un importante evento per la nostra città – fa sapere una nota del Comune di Sneigallia – che vede impegnati tutti coloro che in Italia e all’estero desiderano studiare danza con maestri di indubbia fama internazionale e provenienti dalle più importanti Accademie, prima fra tutti la Scuola di Ballo Accademia Teatro alla Scala, ma anche étolie come Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, direttore artistico della Jas Art Ballet e Fabrizio Monteverde: ballerino, coreografo, regista e produttore di fama internazionale». L’evento vanta il patrocinio del Comune di Senigallia, della Regione Marche, del Coni e di Sport e Salute Marche.

L’idea di realizzare questo evento, giunto alla settima edizione, nasce da un progetto di Alessia Primavera a seguito della prematura scomparsa di Maria Luisa Roncucci: amica, ballerina e fondatrice della scuola Danza in Scena A.s.d. L’intero ricavato viene devoluto in beneficenza all’associazione oncologica senigalliese Aos, che a suo tempo con Maria Luisa e oggi con tanti altri, svolge attività di volontariato a beneficio di tutti i malati che necessitano di cure domiciliari e di supporto per le loro famiglie. Cinque giorni di stage all’interno del teatro la Fenice con lezioni giornaliere che si susseguono sul palco e sul Foyer, debitamente adibito a sala di danza e dove, gli allievi, vivono con entusiasmo giornate di studio.«Ringrazio tutti i maestri che, con dedizione, accolgono gli stagisti, il Comune di Senigallia per la location, tutte le persone che insieme a me portano avanti da anni questo progetto – sottolinea il direttore artistico Alessia Primavera – questa è un’edizione particolarmente importante che abbiamo fortemente voluto per celebrare il 10° anniversario dalla morte di Maria Luisa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X