facebook rss

Pista ciclopedonale
per collegare Castelferretti
all’area di Case Unrra

FALCONARA - Grazie ai fondi raccolti con le sanzioni al Codice della Strada, 140mila euro saranno investiti nella realizzazione di un viale parallelo a via Marconi per raggiungere la zona dei centri commerciali in sicurezza
Print Friendly, PDF & Email

Falconara, via Marconi nel tratto compreso tra Castelferretti e Case Unrra

 

Il Comune di Falconara realizzerà un percorso ciclopedonale per collegare l’abitato di Castelferretti con l’area dei centri commerciali alle porte di Case Unrra, meta ogni giorno di tanti cittadini .«Grazie ai fondi raccolti con le sanzioni al Codice della Strada è stato possibile destinare a questo scopo 140mila euro, da investire nella realizzazione di un viale parallelo a via Marconi. – spiega una nota del Comune di Falconara – Il tratto in questione è sempre stato a rischio per i pedoni, costretti a percorrere un sentiero dissestato e a volte a invadere la carreggiata. Con l’investimento deliberato nei giorni scorsi l’amministrazione comunale vuole colmare questa annosa lacuna. La messa in sicurezza del percorso utilizzato da pedoni e ciclisti lungo la strada tra Castelferretti e Case Unrra è sempre stata una priorità per l’amministrazione Signorini, che sin dal 2018 ha partecipato a bandi per ottenere finanziamenti regionali per realizzare piste ciclabili su entrambi i lati di via Marconi. Il progetto non si è classificato in posizione utile, ma ora la disponibilità di fondi da utilizzare per la sicurezza stradale permette di concretizzare almeno in parte quanto progettato».

Lo stanziamento dei fondi per il percorso ciclopedonale lungo via Marconi rientra tra le opere previste in sede di assestamento di bilancio, approvato dal Consiglio comunale nella seduta del 18 luglio scorso. In totale è di 790mila euro l’importo destinato ad investimenti in infrastrutture, tra cui rientrano anche 35mila euro stanziati per il nuovo attraversamento pedonale lungo la Statale Adriatica all’altezza dell’abitato di Fiumesino. La questione è stata oggetto di un confronto tra il sindaco Stefania Signorini, l’Anas competente per la strada statale e i proprietari di alcune porzioni di terreno in corrispondenza del nuovo attraversamento. Raggiunto un accordo con i privati, il Comune ha inviato all’Anas l’ultimo progetto definitivo, che dovrà essere approvato a breve dalla società per le strade. L’amministrazione comunale si è battuta per mettere in sicurezza il tratto di strada in questione, dove a gennaio scorso aveva perso la vita una donna di 52 anni, mamma di quattro figli, che tornava a casa dopo essere scesa dall’autobus. In passato l’Anas non aveva mai concesso autorizzazioni né finanziamenti per in sicurezza dei pedoni. Nello stesso fondo, oggetto di variazione di bilancio, rientrano la sistemazione del muro di sostegno a protezione di una strada cittadina per 50mila euro, la ristrutturazione del parco Carletti per 80mila euro, la realizzazione di parcheggi via Emilia per 35mila euro.

Raimondo Mondaini

«L’avanzo di 790 mila euro che abbiamo utilizzato per gli investimenti – chiarisce nel comunicato il vicesindaco Raimondo Mondaini, con delega al bilancio – è frutto delle sanzioni per violazioni al Codice della Strada, non solo quelle elevate con l’atuovelox. L’abbiamo destinato a opere inerenti la sicurezza stradale, per rispondere a esigenze molto sentite dai cittadini e considerate prioritarie per l’amministrazione comunale. Oltre che per finanziare le opere elencate, serviranno anche per le normali manutenzioni stradali. Nel fondo in questione rientra anche uno stanziamento di 250mila euro, che servirà per affrontare le revisioni dei prezzi per gli appalti già in essere, aumenti legati al rincaro delle materie prime e delle risorse energetiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X