facebook rss

«Che fine ha fatto il progetto
per il ponte San Carlo?»

JESI - La lista civica d'opposizione esprime preoccupazione per il silenzio che avvolge l’argomento «considerando che il mese di novembre è alle porte e con esso la scadenza dei termini per l’assegnazione dell’appalto pena la possibile perdita del contributo regionale»
Print Friendly, PDF & Email

Il ponte San Carlo di Jesi

 

«Che fine ha fatto il progetto per il ponte San Carlo?» A domandarselo in un comunicato è la lista civica d’opposizione ‘Jesiamo’. «Sul ponte San Carlo, argomento di punta della campagna elettorale per le ultime Comunali, è sceso un silenzio preoccupante. Sugli sviluppi delle opere pubbliche in generale, come d’altra parte anche sulla questione Amazon, la nuova Amministrazione comunale non ha lasciato finora trasparire molto, ma sul ponte San Carlo l’opera più urgente per la città ne’ il sindaco ne’ l’assessore Melappioni hanno rilasciato dichiarazioni».

Jesiamo esprime preoccupazione per il silenzio che avvolge l’argomento «considerando che il mese di novembre è alle porte e con esso la scadenza dei termini per l’assegnazione dell’appalto pena la possibile perdita del contributo regionale con logiche ripercussioni sulla realizzazione dell’opera debbono far si che in questo periodo l’impegno da profondere e l’attenzione siano particolarmente elevati. – sottolinea il movimenti civico rappresentato consiglieri comunali nell’assemblea cittadina – Ci chiediamo altresì che fine abbia fatto il progetto della passerella ciclo pedonale così come promessa durante la campagna elettorale dalla coalizione del sindaco Fiordelmondo, così come la realizzazione del presidio di pronto intervento da insediare nel quartiere Minonna: su questi punti interrogativi, convinti che non siano state mere promesse elettorali, e sullo stato dell’assegnazione dell’opera chiediamo che Amministrazione comunale ed assessore informino il prima possibile il Consiglio comunale e la cittadinanza invitando gli stessi ad organizzare un’assemblea di quartiere per illustrare lo stato di avanzamento dei lavori e dei progetti sopra prospettati».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X