facebook rss

Affluenza ai seggi ore 12: in provincia
ha votato il 20,45%, nei Comuni alluvionati
percentuale in crescita a Senigallia

AL VOTO - Il dato medio è in aumento rispetto a quello della tornata elettorale del 2018 quando alla stessa ora si era espresso il 19,87%. A Pianello di Ostra seggio allestito in una tenda dei vigili del fuoco. Le urne resteranno aperte fino alle 23 di questa sera
Print Friendly, PDF & Email

Le schede gialle e rosa delle elezioni politiche 2022

 

C’è voglia di votare, nonostante tutto. Nelle prima rilevazione delle ore 12 nelle città della provincia di Ancona si è recata ai seggi una media del 20,45% degli elettori contro il 19,87% delle elezioni politiche del 2018. Un dato leggermente superiore alla media regionale, che si è attestata al 20,15% (19,79% nel 2018), e alla media nazionale che si è fermato intorno al 19%. Persino nei Comuni segnati dall’alluvione, dove si temeva che aleggiasse lo spettro dell’astensionismo, le percetuali dei votanti per la Camera dei Deputati sono  inferiore di pochi punti percetuale rispetto ai dati alla precedente tornate elettorale per il rinnovo dei due rami del Parlamento.  A Barbara alle 12 era già entrati in cabina il 20,50% degli elettori contro il 23,60 di 4 anni fa, a Ostra il 20,08% rispetto al 21.45% del 2018 mentre a Trecastelli il 18,41% (era stato il 20,50 nel precedente di riferimento), a Sassoferrato il 19.26% (contro il 20,60%) e a Fabriano (19,06% di oggi contro il 20,50%). Stamattina sono partite senza problemi le operazioni nelle sezioni elettorali anche dei territori che hanno subito la tragedia dell’evento calamitoso.

La tenda allestita dai vigili del fuoco sul piazzale davanti al campo sportivo di Pianello di Ostra (foto Giusy Marinelli)

A Pianello di Ostra si vota nella tenda montata dai vigili del fuoco sul piazzale di via Suor E. Balducci, davanti al campo sportivo perché la scuola è stata coinvolta nell’ondata di piena del fiume lo scorso 15 settembre. Le altre sezioni sono state allestite: quattro nell’edificio ex conventuali in via Gramsci a Ostra e una a Casine presso la palestra Falco Gym in via dell’Artigianato. L’ufficio elettorale del Comune di Ostra anche stamattina, come nei giorni scorsi ha rilasciato duplicati delle tessere elettorali andate perdute nell’acqua. Segno che i residenti intendono esprimere il loro diritto di voto. A Senigallia i residenti della ‘zona rossa’ potranno ritirare il sostitutivo della tessera elettorale direttamente nelle sezioni di voto. In mattinata si sono registrate code dovute alle più complesse procedure di sicurezza del tagliando antifrode.

In contro tendenza nell’analisi dei dati sui votanti spicca proprio il dato di Senigallia dove a mezzogiorno di oggi si è recato ai seggi il 18,98% degli elettori contro il 17.80% della precedente tornata elettorale. In ascesa anche Ancona con il 22% degli elettori già ai seggi (erano stati 21,14% nel 2018),  Jesi con il 22,85% (contro il 20.54%),  Osimo con il 21,48% (contro il 20,40),  Numana dove oggi a mezzogiorno si era già espresso il 24,79% degli aventi diritto contro il 21,33%  di 4 anni fa e Offagna con il 21,25% (contro 19,63%). Stabile  il dato di mezzogiorno di Arcevia con il 19,04% odierno (contro il 19,48% precedente), mentre è più sensibile il divario dell’indice percetuale a Castelleone di Suasa con il 19,71% dei votanti registrato a mezzogiorno di oggi (contro il 25,52%), una flessione di quasi 6 punti percentuale.

Le urne resteranno aperte  fino alle 23 in tutta Italia per il rinnovo del Parlamento. Quindici i seggi disponibili per le Marche: 10 per la Camera dei Deputati con 4 collegi uninominali (le province di Acsoli-Fermo, quella di Macerata con annesse le città di Castelfidardo, Lorerto, Sirolo e Numana, la provincia di Ancona e quella di Pesaro) e 6 eletti nei listini; 5 per il Senato con 2 eletti nei collegi uninominali e 3 nel proporzionale. Se nell’intera regione gli elettori chiamati alle urne sono 1.165.398 (565.693 uomini e 599.705 donne), nella provincia di Ancona in particolare il numero si attesta in totale su 328.683 (158.690 uomini e 169.993 donne). Per il capoluogo di regione, Ancona le elezioni politiche saranno anche un test per le Comunali della prossima primavera. La città conta 73.605 aventi diritto al voto (34.903 uomini e 38.702 uomini). A Jesi invece 30.019 gli elettori (14.440 uomini e 15.669 donne); a Osimo 27.216 (13.321 uomini e 13.895 donne); a Fabriano 22.796 (11.008 uomini e 11.788 donne) e a  Falconara 19.869 (9,542 uomini e 10.327 donne).

A Senigallia l’elettorato attivo si attesta  sui 35.644 elettori (17.056 uomini e 18.588 donne), a Ostra su 5.011 elettori (2.413 uomini e 2.580 donne), a Barbara invece sono 1.034 (517 uomini e 517 donne), 3.455 ad Arcevia (1.702 uomini e 1.753 donne) mentre a Trecastelli sono 5.698 (2.848 uomini e 2.850 donne).

 

Elezioni, caccia a 15 seggi nelle Marche: ecco le sfide nei collegi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X