facebook rss

Fiumesino, il progetto
di attraversamento pedonale sulla Statale 16
discusso in commissione

FALCONARA - Dopo anni di dinieghi, in seguito ad un investimento mortale, il sindaco Signorini ha ottenuto l’approvazione dell’Anas. Quel tratto dell'Adriatica sarà messo in sicurezza grazie anche all'installazione di un semaforo a chiamata
Print Friendly, PDF & Email

Il progetto dell’attraversamento pedonale sulla Statale 16 a Fiumesino

 

Gli abitanti di Fiumesino potranno attraversare la Statale Adriatica in sicurezza, grazie a un nuovo percorso pedonale a massima visibilità e a un semaforo a chiamata. E’ quanto prevede il progetto predisposto dal Comune di Falconara, approvato e cofinanziato dall’Anas, la società proprietaria della strada che finora non aveva mai concesso la possibilità di realizzare un attraversamento per i pedoni in corrispondenza del quartiere. In tanti anni i referenti della società per le strade avevano sempre opposto un netto diniego, con la motivazione che l’attività dell’azienda è sempre stata legata esclusivamente alla circolazione stradale e alla sicurezza degli automobilisti. Il sindaco Stefania Signorini, dopo l’incidente del gennaio scorso che è costato la vita a una 52enne residente a Fiumesino, investita mentre attraversava con la figlia dopo essere scesa dall’autobus, si è rivolta ai vertici regionali e nazionali dell’Anas. Ha organizzato una serie di confronti, sfociati infine in una apertura alla realizzazione di un attraversamento protetto. Nel lungo periodo l’ipotesi è quella di realizzare un cavalcavia, in modo da non interferire con la circolazione stradale.

Com’è oggi quel tratto di Statale 16 a Fiumesino

«Il progetto per l’attraversamento a raso è stato illustrato nel pomeriggio di oggi, martedì 27 settembre, a margine della Commissione consiliare Urbanistica e Lavori pubblici, presieduta dal consigliere Luca Grilli. – ricorda una nota del Comune di Falconara – La commissione è stata convocata per valutare le acquisizioni delle aree necessarie per realizzarlo, che dovranno essere poi approvate in Consiglio comunale. Il progetto vero e proprio invece non è oggetto di approvazione: questa è di competenza della Giunta, che ha già deliberato in stretta collaborazione con Anas. Per questo non sono state ritenute giustificate le richieste, avanzate dall’opposizione, di produrre in anticipo documentazione inerente il progetto stesso, che non è oggetto di dibattito né in Commissione, né in Consiglio». Oltre allo stesso attraversamento pedonale, indicato anche da segnali luminosi, è prevista una nuova fermata dell’autobus sul lato monte della Statale, dove sarà installata una pensilina e realizzato un ‘golfo’ per permettere agli autobus di fermarsi e ripartire in sicurezza. Ci saranno un’isola spartitraffico a sud dell’attraversamento a protezione dei pedoni e nuova segnaletica verticale e orizzontale. Sarà messa in sicurezza anche la fermata già esistente sul lato mare, con la realizzazione di un nuovo golfo per lasciare maggior spazio di manovra ai mezzi pubblici.

«Ho avviato un confronto serrato con l’Anas dopo l’incidente mortale che ha coinvolto Fatma Ben Frej – dice il sindaco Stefania Signorini – e che ha messo tragicamente in evidenza la pericolosità della strada. I vertici della società, dopo anni di chiusura, hanno dato risposta alle mie preoccupazioni e quelle dei residenti, che da tempo chiedono interventi per rendere la Statale più sicura. Anas, che ha autorizzato il progetto dopo un confronto con i tecnici comunali e dopo una serie di prescrizioni, si farà carico anche di parte della spesa e in particolare fornirà l’impianto semaforico. Oggi, dopo questo lungo percorso, voglio ringraziare dirigenti e tecnici dell’azienda per le strade e anche i privati che hanno ceduto le loro aree per consentire di realizzare il progetto: tutti hanno compreso l’importanza di questa opera».

la sindaca Stefania Signorini

Il progetto prevede un investimento a carico del Comune di 42mila euro, in cui rientrano i 6.415 necessari per acquisire un’area privata in corrispondenza dell’ex hotel internazionale e i costi di registrazione. Per realizzare la nuova fermata dell’autobus e installare la pensilina saranno utilizzati anche i finanziamenti regionali per il miglioramento del trasporto pubblico locale. Oltre alle aree per realizzare la nuova fermata e l’approdo dell’attraversamento, è stata ottenuta la disponibilità in comodato d’uso gratuito di un frustolo di terreno per creare un percorso pedonale che colleghi la fermata dell’autobus a via Fiumesino e all’abitato del quartiere. Un altro percorso pedonale è stato realizzato in corrispondenza dell’attraversamento pedonale, sul lato monte, sempre per raggiungere via Fiumesino e la parte del quartiere in cui si concentrano le abitazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X