facebook rss

Ponte Garibaldi da ricostruire:
«Un’ulteriore ferita per Senigallia»

SENIGALLIA - Nel frattempo si sta studiando una nuova viabilità che possa consentire un collegamento nelle zone penalizzate dalla mancanza di questo collegamento con il resto della città
Print Friendly, PDF & Email

Il sopralluogo dei vigili del fuoco al Ponte Garibaldi

Nel pomeriggio di lunedì è stato eseguito un sopralluogo sotto il ponte Garibaldi per verificarne lo stato di danneggiamento a seguito dell’alluvione del 15 e 16 settembre scorso.
«Dal controllo congiunto di ingegneri Anas e tecnici comunali con il supporto dei vigili del fuoco – ha reso noto il Comune di Senigallia – è stato confermato lo stato conoscitivo della struttura, pertanto, si è in attesa del verbale di sopralluogo di Anas».
Ponte Garibaldi, la cui «perdita è una ulteriore ferita inflitta a Senigallia dall’alluvione, violenta e inaspettata, che ha colpito la nostra città e soprattutto i nostri cittadini».
Così il primo Cittadino, Massimo Olivetti, ha commentato l’episodio. «Abbiamo lavorato e continueremo a lavorare alacremente per il ripristino della viabilità e per garantire la migliore assistenza alle zone alluvionate, e per restituire a Senigallia il suo ponte e la bellezza che merita. Per questo – ha aggiunto – ci stiamo impegnando con la Regione e la Protezione Civile per ottenere una soluzione, anche temporanea, per la sistemazione, del ponte. Nel frattempo stiamo studiando una nuova viabilità che possa consentire un collegamento nelle zone che adesso sono più penalizzate dalla mancanza di questo importante collegamento con il resto della città».

Il sopralluogo dei vigili del fuoco al Ponte Garibaldi

Il sopralluogo dei vigili del fuoco al Ponte Garibaldi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X