facebook rss

Bulli e vandali nei parchi:
Foresi: «Recuperati circa 83mila euro»

ANCONA - La risposta dell'assessore all'interrogazione della consigliera Antonella Andreoli (Lega): «Sapevo che erano appena 800 euro. Verificherò». Annunciata anche l'installazione di nuove telecamere. La consigliera Chiara Censi (Pd) ha chiesto di fare qualcosa per il parco Chico Mendez a seguito del maltempo degli ultimi giorni
Print Friendly, PDF & Email

I vandali al parco di via Ginelli (Archivio)

di Antonio Bomba

Quanto costano alla cittadinanza i danni che bulli e vandali sempre più spesso commettono tra parchi, vie e piazze di Ancona?
Non, si sa. Senza dubbio centinaia di migliaia di euro.
Quanto di questo ammontare è stato recuperato fino ad ora? 82mila euro. Parola dell’assessore alle manutenzioni Stefano Foresi. La cifra è stata resa nota oggi pomeriggio, in risposta ad una interrogazione posta da Antonella Andreoli della Lega.
La capogruppo consiliare nello specifico ha chiesto cosa il comune intendesse fare contro bulli e vandali sempre più all’opera anche in pieno centro e alla luce del sole. E, tramite denunce e processi, quanto era stato recuperato in soldi, dato che «Mesi fa ci aveva detto che erano stati risarciti appena 800 euro».
Foresi ha poi specificato che la cifra incassata dall’avvocatura del comune di Ancona contro i vandali per risarcimento danni «È di 82.000 euro. Anzi, quasi 83.000». L’assessore ha poi specificato alcuni degli atti teppistici dai quali si è giunti a tale somma: «L’incendio del manufatto a uso sanitario al Passetto, furto dei pannelli fotovoltaici posti alla piscina di Ponterosso, incendio nella zona piscina del Passetto, furto ai centri giovanili, furto di un defibrillatore, danni causati all’archivio di Stato e ad altre proprietà del Comune».
Foresi ha poi ribadito come la risoluzione di questo problema sia centrale per la giunta comunale tutta e la sempre maggior collaborazione con le forze dell’ordine sia essenziale per individuare i responsabili «Dalle 92 telecamere già in uso i carabinieri negli ultimi tempi ci hanno chiesto 140 visioni. Significa che il sistema di videosorveglianza funziona ed è la strada giusta. Ha già dato risultati importanti». Infine l’assessore ha ricordato che in breve tempo altri 160 sistemi di videosorveglianza verranno installati in ogni parco e in ogni altra zona della città ritenuta a rischio «Verranno messi al parco Ricci, al Parco Gabbiano e nelle restanti aree verdi non ancora controllate. Così come in ogni altra zona della città che ne avrà necessità».
Sarcastica la risposta di Andreoli «Sembra che siate in carica da un mese e invece governate da 9 anni. Siamo ancora ai potremo e faremo. Mi avevate detto che avevate recuperato 800 euro. Adesso in pochi mesi siamo a 82mila. Verificherò».
E sempre in tema di parchi la consigliera Chiara Censi (Pd) ha chiesto sempre a Foresi di fare qualcosa per il parco Chico Mendez: «Il maltempo degli ultimi giorni ha reso pericolanti molti rami e ne ha fatti cadere altri proprio nella zona in cui giocano i bambini». «Tutti i rami pericolosi e pericolanti verranno rimossi, squadre e ditte preposte sono già state avvisate». Alla successiva domanda di Censi che chiedeva quando la seconda piattaforma del Mendez sarebbe stata riempita di giochi o attrazioni per ragazzi, Foresi ha risposto che qualcosa verrà fatto ma non prima del 2023.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X