facebook rss

Domanda di Vpn
e azioni per la sicurezza online
in crescita in tutto il mondo

Print Friendly, PDF & Email

Nell’ultimo periodo il mondo ha assistito a una crescente domanda di servizi di rete privata virtuale (VPN), soprattutto alla luce dei governi che cercano di imporre la censura su Internet durante i periodi di disordini e guerre.

La crescita della richiesta di VPN a causa delle proteste

Un esempio lampante è rappresentato dalle proteste in Iran che hanno portato a un’impennata dell’uso delle VPN nel Paese, raggiungendo il picco massimo mai registrato.

Le proteste in Iran sono esplose dopo la morte della 22enne Mahsa Amini, la quale sarebbe stata picchiata a morte durante la sua custodia presso la polizia iraniana, avvenuta per aver indossato l’hijab troppo liberamente.

La morte ha galvanizzato migliaia di manifestanti, tra cui migliaia di giovani donne, a insorgere contro il governo iraniano. Mentre il governo ha tentato di reprimere le proteste, ricorrendo anche a sparatorie di proiettili veri sulla folla, i tumulti hanno continuato a diffondersi in tutto il Paese. Parte della repressione ha comportato, quindi, alla chiusura dell’accesso a Internet limitando i siti web e la velocità di navigazione.

Le VPN, che in teoria stabiliscono una connessione sicura tra un utente e Internet, possono essere utilizzate per aggirare tali restrizioni. Di conseguenza, l’uso quotidiano delle VPN in Iran è aumentato, poiché i manifestanti le utilizzano per aggirare i blackout di Internet.

Anche le massicce proteste in Sri Lanka hanno visto aumentare la domanda di servizi VPN, così come le proteste in Kazakistan.

Altri Paesi che hanno registrato un aumento significativo dei servizi VPN nel 2022 includono Russia, Ucraina, Indonesia, Azerbaigian e Armenia.

Nel 2021, anche Etiopia, Zambia, Nigeria, Myanmar, Colombia, India, Germania, Bangladesh, Senegal, Hong Kong e Uganda hanno registrato enormi picchi nella domanda di VPN in risposta ai blackout Internet ordinati dai vari governi.

Cosa stanno facendo i vari Paesi per l’aumento delle richieste di servizi VPN?

Sebbene le VPN possano essere utilizzate per aggirare i divieti governativi sui siti web e sull’accesso a Internet, diversi Paesi stanno ora introducendo leggi per impedire il ricorso a tale scappatoia.

Il governo indiano ha introdotto nuove normative per i provider VPN in base alle quali i fornitori di questi servizi devono tenere registri dei nomi dei clienti, indirizzi IP e altre informazioni sensibili per un periodo di cinque anni. Sono, inoltre, tenuti a consegnare le informazioni al governo quando vengono richieste, il che viola molte delle politiche sulla privacy che i provider VPN hanno implementato, andando a ledere i loro standard di sicurezza.

Quali sono i vantaggi di usare una VPN?

Le VPN, o reti private virtuali, sono uno strumento potente per proteggere la privacy e la sicurezza online di ogni utente che naviga in Internet.

Consentono di mascherare la propria identità e di criptare i propri dati, tenendo i dati personali degli utenti al sicuro da occhi indiscreti e malintenzionati.

Inoltre, le online VPN offrono ulteriori vantaggi, come la possibilità di navigare in Internet in modo anonimo, di aggirare la censura e altre forme di filtraggio della rete.

Sia che tu voglia rimanere al sicuro durante la navigazione, sia che semplicemente desideri accedere a una gamma più ampia di contenuti online, una VPN è uno strumento essenziale che tutti dovrebbero avere nel proprio arsenale di strumenti di protezione della navigazione sul Web.

Grazie ai loro numerosi vantaggi e all’interfaccia facile da usare, non c’è da stupirsi che l’uso delle VPN sia in aumento in tutto il mondo. Se vuoi proteggere la tua privacy e sfruttare tutti i vantaggi di Internet, è ora di iniziare a utilizzare una rete privata virtuale.

(Articolo promoredazionale)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X