facebook rss

Maltrattava la compagna:
ammonito un 40enne

ANCONA - La donna si è rivolta alla polizia
Print Friendly, PDF & Email

La donna si è rivolta alla polizia (Archivio)

Violenza fisica e psicologica nei confronti della convivente.
A seguito di questi comportamenti, il questore Cesare Capocasa ha firmato un Ammonimento nei confronti del compagno, un 40enne italiano.
Su istruttoria della Divisione Anticrimine, gli è stato notificato in queste ore perché ritenuto responsabile di condotte riconducibili ai reati di maltrattamenti e violenza domestica.
Un comportamento protrattosi nel tempo, al punto che la donna, dopo essersi rifugiata dai propri famigliari, si è rivolta alla polizia per fare cessare i comportamenti vessatori e i maltrattamenti subiti, motivati dalla folle gelosia dell’uomo che era arrivato anche al punto di minacciarla di morte.
Con l’Ammonimento è stato intimato al compagno di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva nei riguardi della convivente
Dallo scorso gennaio salgono così a 21 gli ammonimenti istruiti dalla Divisione Anticrimine, diretta dal vice questore Marina Pepe, per combattere condotte di stalking e maltrattamenti in famiglia.
La Polizia di Stato, da sempre vicina alle donne con la campagna dipartimentale ‘Questo non è amore’, ricorda che è possibile rompere la catena dei soprusi, della limitazione della libertà individuale, della sopraffazione psicologica, semplicemente chiedendo aiuto. Grazie a personale formato e competente è possibile attuare gli strumenti più efficaci e tempestivi per proteggere le vittime vulnerabili, ed assicurare loro un luogo sicuro ed una tutela reale.
«Quelli che leggiamo non sono numeri, ma vite, volti, storie di bonne; ambiti familiari inondati di violenza, sopraffazione, volontà di dominio. Da qui un appello – dice il questore -: non chiamiamolo ‘amore’ e aiutiamo le donne a difendersi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X