facebook rss

E’ in scadenza la seconda rata
a saldo della Tari

ANCONA - La società AnconaEntrate ricorda che il versamento dovrà essere effettuato entro il prossimo 2 dicembre. «I contribuenti stanno ricevendo una lettera informativa contenente il modello di pagamento PagoPa con il quale viene richiesto l’importo totale dovuto della Tassa rifiuti 2022, al netto dei versamenti già effettuati a titolo di prima rata in acconto»
Print Friendly, PDF & Email

 

AnconaEntrate comunica che il versamento della seconda rata a saldo della Tari, la tassa rifiuti, scad il prossimo 2 dicembre. «Per il versamento di quest’ultima rata, i contribuenti stanno ricevendo una lettera informativa contenente il modello di pagamento PagoPa con il quale viene richiesto l’importo totale dovuto Tari 2022, al netto dei versamenti già effettuati a titolo di prima rata in acconto. – spiega la società – Qualora non fossero stati eseguiti i versamenti della 1° rata in acconto, l’avviso conterrà anche la richiesta di quanto non versato. Il modello di pagamento PagoPA precompilato può essere pagato: online sulle piattaforme web; agli sportelli dei seguenti prestatori di servizi di pagamento aderenti al servizio PagoPA al link presso gli Uffici Postali; presso le Agenzie di qualunque banca abilitata al PagoPA; presso gli Sportelli ATM abilitati delle banche aderenti al Pago PA; con l’Internet banking di banca italiana (cercando i loghi CBILL o PagoPA); presso i Punti vendita e ricevitorie di Sisla, Lottomatica e Banca 5; presso Altri prestatori di servizi di pagamento digitali, aderenti a PagoPa. Il costo dei servizi di pagamento, per il contribuente, è variabile in base al canale di pagamento utilizzato».

LinkMate è lo sportello telematico, che eroga tutte le funzioni offerte dallo sportello fisico, raggiungibile dal sito web di Ancona Entrate e accessibile tramite Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o Cie (Carta d’identità elettronica). «I cittadini possono accedere ed utilizzare LinkMate 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, – prosegue il comunicato – usufruendo dei servizi con semplicità, immediatezza, senza scomodità e soprattutto con l’eliminazione delle code allo sportello.  Attraverso questo applicativo il cittadino può visualizzare la sua posizione tributaria risultante agli uffici comunali nonché quella catastale. In particolare il cittadino può: ricevere, scaricare e stampare gli avvisi di scadenza di pagamento; pagare la Tassa Rifiuti (Tari) mediante il canale pagoPa (carte di credito e circuiti bancari); ricevere la notifica dell’avvenuto pagamento (mediante email o messaggio in bacheca); stampare i mod. F24 per la Tari già compilati; avere sempre a disposizione il suo fascicolo personale con tutti i documenti/domande presentate o ricevute; presentare la dichiarazione di iscrizione, variazione e cessazione Tari on-line; comunicare con gli uffici, mediante messaggi in bacheca, per segnalare e far correggere eventuali errori e/o omissioni presenti nella banca dati comunale (ove non sia previsto l’obbligo di dichiarazione)».

«In caso di mancata ricezione dell’avviso di pagamento – chiude la nota di AnconaEntrate – e per eventuali richieste di modifica e/o correzione degli stessi, è preferibile comunicare con una delle seguenti modalità: numero verde 800.551.881 attivo dal lunedì al venerdì: orario continuato dalle ore 9:00 alle ore 19:00, il sabato: dalle ore 9:00 alle ore 13; lo sportello telematico; PEC anconaentrate@pec.anconaentrate.it; posta ordinaria Ancona Entrate Srl – via dell’Artigianato n. 4 – 60127 Ancona; fax 071-2832119. Altrimenti è possibile recarsi presso lo Sportello al pubblico sito in Via dell’Artigianato, 4 Ancona con i seguenti orari di apertura: lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9 alle ore 13; martedì dalle ore 15 alle ore 17; giovedì dalle ore 10 alle ore 16».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X