facebook rss

Albero acceso, è BiAnconaTale
Bocelli in collegamento video
Mancinelli: «Ci apre al mondo»

ANCONA - Sul palco regalano emozioni Cecile e Lorenzo Bon. Soddisfatta la sindaca e tutta la giunta «Finalmente torniamo quasi alla normalità». Migliaia gli spettatori tra corso Garibaldi e piazza Roma. La kermesse si concluderà l'8 gennaio (FOTO E VIDEO)
Print Friendly, PDF & Email

di Antonio Bomba (Foto/video di Giusy Marinelli)

Il pubblico affolla corso Garibaldi

Tre, due uno, è BiAnconaTale. Con tanto di countdown e l’entusiasmo delle serate migliori il collega Maurizio Socci ha aperto alle 18 in punto lo spettacolo della partenza ufficiale del Natale dorico che ha vissuto il suo momento clou con l’accensione dell’albero. Diverse migliaia, le persone presenti tra corso Garibaldi e piazza Roma, corse a vedere l’accensione dell’albero, le esibizioni canore e l’ospite vip promesso dalla giunta.
Qualche parola sempre del presentatore per dare il benvenuto a tutti, scherzare con il pubblico e ricordare le mille difficoltà che abbiamo passato anche recentemente con il terremoto e poi subito spazio alla musica con Cecile. Cappotto rosso, pantaloni bianchi. I colori che in maniera perfetta uniscono Ancona ed il Natale.
Tanta emozione, qualche lacrima e voce tremula nel parlare e presentarsi a migliaia di concittadini prima di esibirsi. Lei, partita da Tavernelle e giunta a girare il mondo accompagnando le performance di artisti di fama internazionale

Cecile

come Andrea Bocelli, con la sua emozione ha coinvolto e commosso la gran parte dei presenti conquistando subito tutti. Perché nel momento di esibirsi, l’arte ha preso il posto del groppo in gola e la voce è tornata cristallina. Tre i pezzi interpretati splendidamente tra cui “O è Natale tutti i giorni” di Luca Carboni, riadattata per la città di Ancona e “Imagine” di John Lennon.
E, non a caso a questo punto, l’ospite a sorpresa promesso negli ultimi giorni giunta comunale era proprio lui: Andrea Bocelli. In collegamento video dal divano di casa con la moglie Veronica Berti, anconetana anche lei, il tenore ha salutato tutta la città ricordando l’impegno nel sociale della propria fondazione.
Sul palco sono poi giunte le autorità: la sindaca Valeria Mancinelli con tutta la giunta tutta. Dopo aver consegnato un mazzo di fiori a Cecile, Mancinelli ha ricordato come questo sia il suo ultimo Natale da prima cittadina ma anche

Lorenzo Bon

quello del ritorno alla quasi normalità dopo anni di emergenza covid. Poi, sul senso del BiAnconaTale ha dichiarato: «Volevo un evento che ci permettesse di festeggiare tutti assieme oltre che con le rispettive famiglie. Siamo una grande comunità che sa bene cosa sia il sacrificio ma anche la gioia. E il Natale ci apre al mondo».
Poi, dopo il classico conto alla rovescia fino a 10, cadenzato dai numeri sul video, il gesto che dà il via ufficialmente al BiAnconaTale 2022, con la sindaca che ha premuto il bottone rosso che ha fatto partire ‘fontane’, stelle filanti biancorosse e, soprattutto, ha acceso l’albero di Natale da 12 metri.
Infine sul palco è salito Lorenzo Bon, anche lui anconetano doc, assieme alla sua band per cantare il meglio del repertorio di Frank Sinatra e di tanti altri artisti che a lui si sono ispirati. iniziando con l’immortale “Moondance” di Van Morrison e Michael Bublè e andando avanti per un’altra ora e un quarto reinterpretando successo dopo successo un pò tutta la carriera dell’indimenticabile “The Voice” e di tanti altri.
Alla fine, poco prima delle 20, festa finita e tutti a casa felici è contenti. Con ampio anticipo rispetto al solito, il Natale “in” Ancona è ufficialmente cominciato per terminare l’8 gennaio.

Il tenore Bocelli in collegamento video


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X