facebook rss

Con un bastone distrugge
mobili e finestre di casa
in piena notte: ricoverato e arrestato

ANCONA - Task force di soccorsi verso le 3 di oggi nella zona di Vallemiano per un 46enne che, in preda a un raptus, ha inoltre minacciato di accendere il fuoco vicino a una bombola del gas. Un'ambulanza della Croce Gialla l'ha poi trasportato al pronto socorso dell'ospedale di Torrette dove ha anche aggredito il personale sanitario prima di essere sedato
Print Friendly, PDF & Email

Automedica a ambulanza della Croce Gialla (foto d’archivio)

 

Notte movimentata ad Ancona, nella zona di Vallemiano, in largo Bovio, dove un 46enne di origini magrebine, quasi in preda a una raptus ha dato in escandescenze creando il caos. Il suo equilibrio psichico era così alterato che verso le 3 di questa notte l’uomo si è trasformato in una tigre. Ha cominciato a rompere i mobili di casa e sempre più arrabbiato scendendo per le scale del condominio, dove si trovava, con un bastone ha mandato in frantumi le finestre del palazzo, tanto da ferirsi le mani. Quindi è risalito in casa, dove si trovavano la moglie e quattro figli minori, minacciando di accendere il fuoco vicino a una bombola del gas, armandosi poi di un coltello ed un martello.

Per fermarlo è stato necessario l’arrivo di tre pattuglie Volanti della questura, una squadra dei vigili del fuoco oltre ai mezzi del 118, l’automedica e una ambulanza della Croce Gialla. Il 46enne sembrava essere completamente disconnesso dalla realtà. Non voleva nemmeno farsi aiutare per salire sull’ambulanza, continuando a minacciare di morte anche i poliziotti intervenuti e che, per raggiungerlo e mettere in salvo il resto della famiglia, hanno dovuto sfondare la porta. L’equipaggio della Croce Gialla che alla fine di una lunga trattativa, è riuscito a convincerlo, l’ha trasferito sul mezzo sanitario al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette. Qui il paziente si è però scagliato anche contro il personale infermieristico e medico prima di essere sedato.
All’esito dei dovuti accertamenti medici l’uomo, con numerosi precedenti penali, è stato successivamente portato in questura e tratto in arresto per violenza, minaccia e resistenza aggravate a Pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X