facebook rss

Impianti sportivi,
lavori di manutenzione
per 100mila euro

LA GIUNTA Fiordelmondo ha approvato una serie di interventi, il primo, pari a 64 mila euro, interessa il blocco spogliatoi e dell’impianto di illuminazione del campo gestito dalla Rugby Jesi ‘70
Print Friendly, PDF & Email

Il campo del Rugby Jesi ’70 (foto d’archivio)

 

La Giunta comunale di Jesi, nella sua ultima seduta, ha approvato una serie di progetti per interventi agli impianti sportivi cittadini (per un investimento complessivo di 100 mila euro) e per l’adeguamento alle normative antincendio di tre scuole per l’infanzia. «Per quanto riguarda gli impianti, interessati sono il campo da rugby di Via Mazzangrugno e quello calcio di Minonna. – ricorda una nota del Comune di Jeis – Il primo intervento, pari a 64 mila euro, interessa l’intera manutenzione straordinaria del blocco spogliatoi e dell’impianto di illuminazione del campo gestito dalla Rugby Jesi ‘70. I lavori consistono nella coibentazione della copertura della struttura che ospita gli spogliatoi e nella sostituzione dei corpi illuminanti del campo, alcuni dei quali non funzionanti, tutti comunque ormai vetusti. Nella stessa seduta, per altro, la Giunta ha anche approvato la proposta progettuale di rifacimento della copertura pressostatica dell’adiacente campetto in erba sintetica, predisposta dalla stessa società concessionaria dell’impianto, da candidare all’ammissione dei finanziamenti previsti dal bando regionale “Programma degli interventi di promozione sportiva anno 2022”».

Il secondo intervento, come detto, consentirà di mettere mano alla manutenzione degli spogliatoi del campo di calcio Petraccini al quartiere Minonna dove sono presenti infiltrazioni di acqua. I lavori, in questo caso pari a 36 mila euro, sono rivolti alla sistemazione dell’intera copertura per ripristinare le condizioni di piena salubrità della struttura interna. La Giunta ha anche approvato il progetto, per 25 mila euro complessivi, volti ad assicurare il pieno rispetto della normativa antincendio alle scuole Rodari, Sbriscia e Anna Frank. Le risorse, in questo caso, derivano dal contributo ricevuto dal Comune di Jesi a valere sul Fondo nazionale per lo sviluppo del sistema integrato di educazione e istruzione 0-6 anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X