Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Una rissa sventata tra studenti,
un coltello sequestrato a scuola:
l’importanza del Poliziotto di Prossimità

ANCONA - Sono tanti i servizi svolti dagli agenti di quartiere della questura dorica che vanno dalla sicurezza negli istituti, a quella dei rioni. Ora, anche Deborah, assegnata al servizio con Mattia ed Eleonora

I Poliziotti di Prossimità Deborah, Mattia e Eleonora

L’attività del Poliziotto di Prossimità, durante il primo trimestre dell’anno, ha rafforzato gli obiettivi già avviati di consolidamento del percorso di educazione alla legalità, con gli incontri formativi presso gli istituti scolastici e il presidio del territorio, con i pattugliamenti del centro cittadino e del Piano.

Per quanto concerne la prima attività, grazie al rapporto di fiducia instauratosi, le segnalazioni da parte degli istituti scolastici sono aumentate notevolmente e hanno riguardato svariati episodi in cui si è reso necessario un intervento diretto della pattuglia di prossimità o di alcuni, più accurati, da parte degli uffici di polizia giudiziaria.
Tra i molti effettuati, l’intervento conclusosi con il sequestro di un coltello che un’insegnante aveva trovato a scuola, in un luogo facilmente accessibile agli studenti e l’intervento finalizzato a contrastare l’inizio di una rissa di cui erano già stati predisposti orari e modalità da parte degli studenti, sventata proprio grazie all’attivazione da parte dell’equipaggio di prossimità che, ottenuta l’informazione dal corpo docente e da alcuni studenti di fiducia, si era presentato nel luogo e all’orario concordato, disperdendo i giovani già nelle fasi preliminari dello scontro.

Numerosissime sono state le segnalazioni, riguardanti possibili furti, consumi di sostanza stupefacente, danneggiamenti, disturbi a bordo dei mezzi pubblici e altro.
Per quanto riguarda gli incontri nelle scuole, sulla base delle adesioni ricevute, sono stati organizzati negli istituti: “Pascoli” di via Cadore; “Leopardi” di via via Veneto; “Volta” di via Vinci; “Fermi” di via Metauro oltre alle “Giulio Cesare” e “Sanzio” di Falconara.
Sono state trattate tematiche inerenti ad un uso consapevole di internet e i pericoli connessi al web, bullismo, cyberbullismo, al giusto comportamento da assumere durante un controllo di polizia e a un uso appropriato del 112.
Importante ruolo viene svolto anche dai genitori degli studenti che hanno partecipato, come previsto dal Progetto “Educhiamo insieme alla Legalità”.

Per quanto riguarda l’attività di vicinato agli esercizi commerciali, un massiccio impegno è stato messo in campo nel rafforzare il rapporto di conoscenza e fiducia con gli esercenti dislocati tra la zona del Piano, via Giordano Bruno e la zona Stazione, in modo da apprendere quali fossero le criticità di questa porzione di territorio meno “conosciuta” rispetto alle problematiche già segnalate e in parte risolte, di corso Carlo Alberto e piazza Ugo Bassi.
Parallelamente, nella zona centro, sono continuate le consuete attività di pattugliamento appiedato.
Continuano inoltre i servizi di vigilanza all’ingresso e all’uscita degli studenti dalle strutture scolastiche, anche questi fondamentali, per quanto riferito dal corpo dei dirigenti, per garantire la sicurezza degli studenti e dei docenti, in un momento di particolare afflusso di veicoli e persone in prossimità delle scuole.
Al tal proposito si segnalano diversi interventi che hanno riguardato giovani trovati in possesso di sostanze stupefacenti, per uso personale e non solo, anche in prossimità dei parchi e delle zone di verde che circondano sovente gli istituti scolastici.
I risultati raggiunti dal dispositivo di sicurezza del Poliziotto di Prossimità hanno determinato l’inserimento di una ulteriore giovane agente, Deborah, assegnata di recente al servizio con Mattia ed Eleonora.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X