Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Addio a Luciano Francioni:
il basket osimano piange
il dirigente ‘anima’ della Robur

LUTTO - Si è spento oggi all'età di 75 anni all'ospedale di Torrette dove era ricoverato per l'aggravarsi del suo stato di salute. Giovedì pomeriggio i funerali nella chiesa della Sacra Famiglia

Luciano Francioni, sorridente come ha voluto ricordarlo la Robur Basket

 

Se n’è andato stamattina, all’età di 75 anni, Luciano Francioni. L’ex responsabile dell’Ufficio personale del Comune di Osimo da anni in pensione, fotoamatore, grande appassionato di basket e di calcio, si è spento all’ospedale di Torrette dove era ricoverato per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Lascia nel dolore la moglie Giuliana Barontini e due figli, Francesco e Fabrizio.

«Una notizia che mai avremmo voluto ricevere. Quest’oggi ci ha lasciato il grande ed indimenticabile Luciano Francioni. – scrive la Robur Basket in un messaggio di cordoglio – Socio della società, dirigente unico nel suo genere, anima della Robur per tantissimi anni nonché custode appassionato dei ricordi più belli della storia della pallacanestro osimana, che ogni tanto portava all’attenzione di tutti dall’alto del suo amore per la Robur. Sempre a disposizione della Robur e della comunità osimana, Luciano non si è mai tirato indietro ed ha sempre contribuito alla causa giallorossa. G.S. Robur Basket Osimo e Giovane Robur Basket desiderano porgere le più sentite condoglianze a tutta la famiglia di Luciano, a partire dai figli Francesco, nostro ex allenatore e responsabile del SummerCamp, e Fabrizio, abbracciando tutti i loro cari in questo momento di profondo dolore. Siamo con voi Grazie Luciano per tutto quello che hai fatto per noi, proteggici dall’alto».

Anche l’ex consigliere comunale Antonio Scarponi, ideatore del gruppo Fb ‘Aneddoti, luoghi, persone, miti e leggende di Osimo...’ lo ricorda con affetto.«Pochi giorni fa scrivevi “sto lottando per la mia vita dopo 9 interventi al cuore“. Caro Luciano ogni volta che mi incontravi mi dicevi che “noi due siamo miracolati, abbiamo visto la morte, ma ci ha solo sfiorato“. Ci siamo conosciuti negli anni ‘70 quando seguivi i cataloghi fotografici insieme a Domenico Taddioli, poi negli anni con la Robur e i tanti libri fatti insieme. Avevi collaborato con questo gruppo con delle vere foto inedite. Mancherai alla città Luciano. Che la terra ti sia lieve».

Si unisce ala sofferenza dei familiari anche il sindaco di Osimo. «Incredulo per quanto accaduto, mi stringo attorno al dolore della famiglia di Luciano Francioni per questa sua prematura scomparsa.- sono le parole di cordoglio di Simone Pugnaloni – Un uomo capace di sprigionare sempre un immenso sorriso quando lo incontravi e ti fermavi a parlare di sport, un carica unica di entusiasmo quando lo vedevi al palas a tifare Robur ed allo stadio a tifare Osimana. Per decenni abbiamo condiviso il percorso meraviglioso della gloriosa Robur, lui dirigente, io dapprima giocatore e poi tifoso. In Comune, nel suo lavoro, professionale e disponibile. Tra le qualita’ e forse il suo hobby preferito, era un ottimo fotografo! Un abbraccio grande ai figli Francesco e Fabrizio ed alla sua signora Giuliana. Un abbraccio grande a Roberto e Daniela, suo fratello e sua cognata , due suoi colleghi di lavoro in Comune, sempre entusiasti come lui del lavoro al servizio della comunita’ osimana. A nome mio personale e di tutta la citta’ esprimo le piu’ sentite condoglianze ai familiari». La camera ardente è stata allestita nella Casa funeraria Vigiani di via Oscar Romero, a San Biagio di Osimo, aperta alla visite dalle ore 8 di domani, mercoledì 29 marzo. I funerali saranno celebrati giovedì prossimo, 30 marzo, alle ore 15.30 alla chiesa della Sacra Famiglia di Osimo. La famiglia ha chiesto di ricordarlo non con fiori ma con opere di bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X