Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

L’Europarlamentare Nicola Danti:
«Ancona un modello per l’Italia,
Ida Simonella ha la giusta visione»

ELEZIONI - Nell'incontro organizzato ieri dai Riformisti sul tema Europa e Pnrr, è stato annunciato l'arrivo in città di Maria Elena Boschi il 9 maggio, sempre a sostegno della candidata sindaca di centrosinistra

Da sinistra l’Europarlamentare Nicola Danti, Ida Simonella, Fabiola Caprari e Silvia Rosati

 

di Antonio Bomba (Foto di Giusy Marinelli)

«Ancona un modello per l’Italia». A sostenerlo l’europarlamentare di Italia Viva Nicola Danti, vicepresidente del gruppo Renew Europe, ieri in visita ad Ancona per sostenere la candidata sindaca di centrosinistra Ida Simonella.

Iv che, ricordiamolo, ad Ancona presentano una lista comune con Azione e il Partito Socialista Italiano denominata ‘Riformisti’. «Ancona chiama Europa» è stata la risposta di Simonella che ha ricordato una volta di più come i fondi europei del Pnrr possono trasformare la città e sono un’occasione che non ricapiterà mai più. In tutto questo, l’annuncio che l’onorevole Maria Elena Boschi (Iv), già ministra per le Riforme Costituzionali e i rapporti con il Parlamento sarà ad Ancona martedì 9 maggio, sempre a sostegno di Ida Simonella e della sua corsa a sindaca di Ancona. Sede ancora da definire.

«Dai progetti del Pnrr – Ha sostenuto Danti – passa la credibilità del nostro Paese in Europa. Se Ida è riuscita ad avere quei soldi è anche perché negli anni prima aveva già una visione di città e progetti pronti da mettere a bando nel momento opportuno. Quello che ha fatto e farà grazie a quei progetti contribuisce non solo ad Ancona ma sta facendo un servizio all’Italia. Una realtà – va avanti l’europarlamentare – in cui si deve competere con un sistema globale dove le imprese ed il capitale umano oggi si spostano, dove è maggiore l’efficienza dei trasporti, della burocrazia, del sistema universitario, Ancona ha un vantaggio per il futuro perché è già capace di cogliere queste sfide. Non solo. Ben presto – ha continuato a spiegare Danti – cambierà il volto dell’Europa avremo Paesi che entreranno nell’Unione Europea e la frontiera è al là di questo mare. L’Albania, la Macedonia del Nord, la Serbia che sta cambiando posizionamento geopolitico, l’Ucraina e la Moldavia entreranno in Europa e Ancona avrà un ruolo importante e strategico, anche per la presenza del suo porto prossimo a diventare sempre più moderno e sostenibile come peraltro chiede l’Europa. In questo quadro – ha concluso – credo non ci siano dubbi su chi votare».

«L’Europa ha significato il punto di svolta per Ancona» ha esordito la candidata sindaca, attualmente assessora con delega proprio al Pnrr, dalla sala di Spazio Presente. «L’Europa ci consentirà di fare un salto di qualità nel modo di vivere la città – ha continuato Simonella –. Abbiamo recuperato la prima serie di fondi strutturali europei pari a circa 10 milioni e poi il Bando periferie e naturalmente i fondi del Pnrr. Ci siamo candidati a tutti i bandi possibili, ne abbiamo vinti l’85% e abbiamo complessivamente 80 milioni da calare a terra nei prossimi anni. È l’occasione del secolo per Ancona. Un vero Piano Marshall del Terzo Millennio. L’Europa – ha aggiunto ancora – ci dà la possibilità di rigenerare la città e cambiare la sua vivibilità». Nuovo Mercato delle Erbe, Piscina olimpionica, asili nido, percorsi ciclopedonali, consolidamento della falesia, nuovi spazi per persone con disabilità, Simonella ha elencato alcuni dei progetti prossimi alla realizzazione. «Abbiamo deciso di non farci scappare questa opportunità – ha ripreso la candidata sindaca – a differenza di chi a Roma e in Regione sta mettendo in discussione la possibilità di utilizzare quei fondi ad esempio per il raddoppio della Orte-Falconara o per la sanità. Noi non abbiamo perso tempo – ha sottolineato – mettendo in campo processi amministrativi che sono modello per altre città. Abbiamo già individuato tutte le ditte, guadagnando mesi, grazie anche al lavoro straordinario degli uffici. Io ho coordinato quest’operazione, ne conosco i dettagli, e questo ci permetterà di non perdere nemmeno un minuto. Questa partita vogliamo portarla a casa perché è il nostro futuro».

L’appello al voto è arrivato anche dalla coordinatrice provinciale di Italia Viva, Silvia Rosati: «Ida ha un progetto chiaro per Ancona e sa come realizzarlo. Stiamo assistendo ai disastri che sta combinando chi invoca la filiera politica, dalla sanità alle infrastrutture». Presente anche il segretario regionale di Azione e candidato al consiglio comunale alle elezioni del 14 e 15 maggio Tommaso Fagioli. I saluti finali sono però spettati alla coordinatrice regionale di Iv Fabiola Caprari, la quale ha anche annunciato la presenza ad Ancona della deputata di Italia Viva Elena Maria Boschi martedì 9 maggio alle 18.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X