Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Cerimonia di consegna
della sciarpa tricolore
per i neo commissari della questura

ANCONA - La cerimonia si è tenuta questa mattina. I neo funzionari sono: Marco Cingolani; Enrico Pizi; Roberto Quargnal; Dante Ciarafani; Antonella De Leo; Paolo Bertini; Fabiano Arcangeli

Si è svolta oggi alla sala riunioni della questura, la cerimonia di consegna delle sciarpe tricolore ai neo funzionari della Polizia di Stato.
I vice commissari del ruolo direttivo della polizia, nominati a decorrere dal primo gennaio scorso, hanno ricevuto le sciarpe tricolori dal questore, Cesare Capocasa, in collegamento streaming con le altre questure d’Italia e con l’Aula “Vincenzo Parisi” della Scuola Superiore di polizia di Roma, dove era presente il Capo della Polizia di Stato, direttore generale della pubblica sicurezza, Vittorio Pisani.
I commissari, in divisa ordinaria ad eccezione del commissario Bertini poiché in pensione, erano tutti già appartenenti ai ruoli della Polizia di Stato e in servizio nei diversi uffici della questura e nei Commissariati della provincia.
Si tratta di: Marco Cingolani; Enrico Pizi; Roberto Quargnal; Dante Ciarafani; Antonella De Leo; Paolo Bertini; Fabiano Arcangeli.
La consegna della sciarpa tricolore segna un momento fondamentale per la carriera dei funzionari della Polizia di Stato poiché simboleggia le delicate e alte funzioni che gli vengono assegnate dalla legge a tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica ma, soprattutto, per la solennità che conferisce alle attribuzioni esercitate al servizio delle istituzioni democratiche e dei cittadini.
«Ricevuta la sciarpa tricolore – spiega la questura – i funzionari diventano fedeli custodi dell’onore della nostra bandiera, memori della storia e delle tradizioni della polizia e del sacrifico estremo della vita ad essa tributato dagli innumerevoli poliziotti caduti nell’adempimento del dovere. La sciarpa tricolore, indossata ad armacollo dal funzionario, è l’emblema del magistero di cui egli è investito nei servizi di maggiore rilevanza e rappresentatività ed accompagna il funzionario in ogni tappa della sua carriera, essendo testimonianza fedele della “missione” assunta all’atto del giuramento di fedeltà alla Repubblica ed espressione della sua “vocazione” autentica al servizio della gente. A loro – conclude – giungono gli auguri del questore e di tutti i colleghi poliziotti affinché continuino a svolgere le loro funzioni con la dedizione quotidiana che da sempre li contraddistingue».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X