Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Chiaravalle danza al ritmo argentino
con “Palabras de tango”

EVENTI - In arrivo venerdì la seconda edizione del festival, In programma un incontro con le scuole sui canti di resistenza tra Italia e America Latina, un video collegamento sui viaggi transoceanici di Maria Montessori e sulle rotte dell’emigrazione italiana e un gala di tango con l’orchestra Tango Spleen e vari cantanti e danzatori ospiti

 

Musica, danza, incontri di approfondimento storico e videocollegamenti con l’America Latina: sono queste le peculiarità del festival “Palabras de tango”, promosso dal Comune di Chiaravalle e dedicato alla cultura argentina e ai suoi legami con quella italiana. La seconda edizione prenderà il via il 5 aprile a Chiaravalle e per tre giorni trasformerà la città di Maria Montessori in un punto di incontro tra realtà strettamente connesse. Alcuni degli appuntamenti previsti saranno trasmessi anche in streaming per alcune comunità di italiani all’estero.

Il festival verrà inaugurato venerdì prossimo, 5 aprile, al Teatro Comunale “Tullio Giacconi”, alle ore 11, da una lezione-concerto rivolta alle scuole di Chiaravalle e intitolata “Resistere / Resistir”, che ripercorrerà la storia dei canti di resistenza culturale e politica tra Italia, Argentina e America Latina, in collaborazione con l’Anpi (sez. “Edo Magnalardo”) e con la partecipazione degli artisti argentini Martin Diaz alla chitarra e Sarita Schena alla voce. Il secondo appuntamento, intitolato “’Merica ’Merica” e previsto per sabato 6 aprile alle 16.30 presso la Biblioteca “Massimo Ferretti”, vedrà come protagonista la figura di Maria Montessori alla luce del suo stretto legame con il continente americano; nello specifico si approfondirà il tema del viaggio da diversi punti di vista, partendo proprio dai percorsi transoceanici intrapresi dalla scienziata chiaravallese, su cui interverrà da remoto la sua bisnipote Carolina Montessori, già presidente onoraria del comitato scientifico di Casa Montessori Chiaravalle e curatrice, tra l’altro, del libro “In viaggio verso l’America. 1913, diario privato a bordo del Cincinnati” di Maria Montessori. Si esploreranno inoltre le rotte dell’emigrazione italiana in America Latina grazie a testimonianze dirette, in videocollegamento con comunità italo-argentine e italo-brasiliane.

Cuore di questa edizione del festival sarà il concerto-spettacolo di tango e musica tradizionale argentina dell’orchestra Tango Spleen, che andrà in scena domenica 7 aprile, alle 17.30, al Teatro “Giacconi”. Nata dall’iniziativa del suo direttore, il pianista e compositore argentino Mariano Speranza, la formazione è tra le più note a livello internazionale e coniuga la tradizione popolare con la continua ricerca della propria evoluzione stilistica, rivelandosi come uno dei punti di riferimento del genere del tango e della sua avanguardia contemporanea. Il gala di tango domenicale sarà inoltre impreziosito dalle voci di Giacomo Medici e Sarita Schena, cantanti ospiti dell’orchestra, nonché dagli interventi dei ballerini e maestri di tango Alessandro Esposto, Sara Porfiri, Roberto Nicchiotti e Francesca Panella. A rendere unica questa giornata dedicata alla musica sarà anche la partecipazione degli artisti e campioni europei paralimpici della scuola di danza L’Oltre Tango, diretta da Roberto Nicchiotti, istruttore di tangoterapia: una disciplina che – come spiega lui stesso – ha al centro “l’aspetto di cura del tango, visto come un sistema per aumentare le possibilità riabilitative e psicoterapeutiche utilizzandone gli strumenti: i movimenti, l’abbraccio, la musica, la sua cultura e in particolar modo il suo approccio al ballo, che promuovendo un’esperienza emozionale particolare ci avvicina ad una più profonda conoscenza della psiche”.

Francesco Favi, assessore alla cultura di Chiaravalle, commenta soddisfatto come «alla seconda edizione di ‘Palabras de tango’, con la sua marcata vocazione interculturale, ben si addice ciò che Ivano Fossati afferma della propria canzone ‘Italiani d’Argentina’, dedicata agli emigranti che tra Ottocento e Novecento vivevano sospesi nello spazio e nel tempo, come se la nave che doveva condurli a destinazione fosse ancora in viaggio. Del resto – aggiunge Favi – il mare può essere considerato ciò che separa due terre ma anche ciò che le unisce; e dal dialogo con l’oltremare hanno tratto nutrimento vitale sia le idee in grado di cambiare il mondo (come quelle di Maria Montessori) sia i suoni e i ritmi diventati patrimonio dell’umanità (come il tango)».

Il festival è patrocinato e cofinanziato dal Rotary Falconara Marittima e poggia sulla collaborazione di Anpi, Avis, Aido, Avas, Admo, Fedemarche, con la partecipazione degli Istituti scolastici “Rita Levi-Montalcini”, “Maria Montessori” e “Podesti – Calzecchi Onesti” (sede di Chiaravalle). Grazie alla partnership tra il festival “Palabras de tango” e il Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo sarà possibile, per il pubblico presente, ammirare nel foyer del Teatro il bandoneón appartenuto ad Astor Piazzolla, attualmente esposto proprio nel Museo della Fisarmonica di Castelfidardo. L’iniziativa del 6 aprile sarà trasmessa in streaming sulla pagina Facebook del Comune di Chiaravalle.

BIGLIETTI – Per il concerto del 7 aprile prevendita presso il botteghino del Teatro (Corso Matteotti, 116 – 071.7451020- biglietteria_teatrogiacconi@comune.chiaravalle.an.it) il martedì (17.30-20), il venerdì (10-12.30), il giorno antecedente lo spettacolo (17.30-19.30) e il giorno dello spettacolo (15.30-17.30). Posto unico: intero 12 euro- ridotto 10 euro (under 25, over 65, insegnanti, membri di associazioni di Chiaravalle).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X