Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

Erap Marche investe altri 7 milioni
per realizzare 300 alloggi in 14 cantieri

IL PRESIDENTE Saturnino Di Ruscio: «Sblocchiamo con avanzi di amministrazione e l’accensione di un mutuo». Il presidente del Consiglio regionale Dino Latini: «Dopo quasi venti anni di attesa potranno partire i lavori di costruzione degli appartamenti e daremo agli abitanti di Osimo Stazione una forte opportunità di riscatto»

Saturnino Di Ruscio, presidente Erap Marche

«Il CdA di Erap Marche ha approvato una delibera che riguarda lo sblocco di vincoli di bilancio destinati a finanziare interventi per il completamento di 14 cantieri per complessivi 300 alloggi in tutto il territorio provinciale di Ancona».
A dirlo è Saturnino Di Ruscio, presidente di Erap Marche che, rimarcando la collaborazione di tutti i consiglieri, annuncia un’ulteriore tappa importante nel percorso di risoluzione di cantieri bloccati.
«Si tratta – spiega – di oltre 7 milioni di euro immediatamente disponibili, che consentiranno la conclusione di interventi che complessivamente varranno 56,3 milioni di euro, che provengono per 1,68 milioni da avanzi di amministrazione e quindi fondi di Erap recuperati nel proprio bilancio, 2,4 milioni di euro grazie all’ottimizzazione delle tempistiche di cantieri già in essere e 3 milioni per l’accensione di un mutuo».
La delibera «consentirà di sbloccare – viene reso noto – 11 cantieri tra Ancona (via Mingazzini, via Petrarca), Senigallia (San Silvestro, Cesano A e B), Marzocca, Serra De’ Conti, Maiolati Spontini, Osimo (san Paterniano), Castelbellino, Jesi (san Pietro Martire), Fabriano (viale XIII luglio) per interventi che riguardo 228 alloggi integrando gli importi già impegnati e concludendo così i lavori sospesi. A questi – prosegue – si aggiunge l’investimento per completare ulteriori 3 cantieri per un totale di altri 72 alloggi suddivisi nei cantieri di Ancona (piazza Aldo Moro per 30 alloggi), San Marcello (per 12 alloggi) e Jesi (via Tessitori, 30 alloggi). Il presidio Erap di Ancona- conclude – ha anche in corso le procedure per la selezione delle offerte per la realizzazione di 30 alloggi in località Osimo Stazione con fondi già deliberati».

«Dopo quasi venti anni di attesa potranno partire i lavori di costruzione degli appartamenti e daremo agli abitanti di Osimo Stazione una forte opportunità di riscatto». Esprime soddisfazione il presidente del Consiglio regionale Dino Latini anche a nome delle Liste Civiche da anni impegnate sulla riqualificazione dell’ex scuola elementare di Osimo Stazione. Il progetto, finanziato da Erap con un contributo pari a 5.600.000 euro complessivi, prevede la costruzione all’interno dell’area di un nuovo complesso residenziale di edilizia popolare convenzionata di alta fascia. A conclusione dei lavori, il complesso potrà contare su 29 appartamenti, destinati a coppie, giovani e lavoratori. Il fallimento dell’azienda costruttrice, a causa della crisi edilizia intercorsa nel 2008, aveva messo una pesante ipoteca sul proseguimento dell’opera, lasciando di fatto un cantiere aperto nel cuore della frazione osimana. Il finanziamento di Erap è stato approvato con delibera di giunta e si è finalmente sbloccata una situazione che ha condotto l’area di via Garibaldi per anni in una situazione di degrado. «Ora vogliamo ridare dignità ad un quartiere a lungo trascurato dall’amministrazione e dargli una seconda possibilità» spiega Latini, che con le Liste Civiche, aveva iniziato, l’abbattimento della scuola e la riqualificazione dell’area.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X