Spazio pubblicitario elettorale
Mirco Carloni
Spazio disponibile
facebook rss

“Educhiamo Insieme alla Legalità”:
continua il progetto della questura
nelle scuole di Ancona e provincia

GLI INCONTRI proseguiranno anche nei prossimi mesi per poi concludersi prima delle vacanze estive e degli esami che impegneranno tutti gli studenti

Continua senza sosta il progetto “Educhiamo Insieme alla Legalità” avviato a settembre dello scorso anno e giunto alla seconda edizione, realizzato dalla questura di Ancona in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale che ha interessato gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori della città dorica e della Provincia.
Si è tenuto ieri, nell’ambito del progetto, un’interessante incontro all’ “Iss Vanvitelli Stracca Angelini” di Ancona, dove un funzionario della questura ha incontrato circa 40 giovani studenti del primo anno. Durante l’incontro sono stati diversi i temi affrontati: dalla droga al bullismo e cyberbullismo. Il poliziotto intervenuto durante l’incontro ha portato esperienze concrete di vita rovinate a causa dei demoni che si celano dietro il consumo di sostanze stupefacenti e l’utilizzo errato dei vari social, ma anche qualche storia di riscatto sociale. Episodi in cui il ruolo delle forze dell’ordine e delle scuole è stato preminente. I ragazzi hanno poi rivolto diverse domande circa il percorso da intraprendere se si vuole diventare poliziotti. Questa mattina invece, alle Pascoli di via Cadore, i Poliziotti di Quartiere e i cinofili hanno incontrato circa 50 studenti ed hanno condiviso con loro un momento di ascolto, di prossimità, illustrando il prezioso lavoro che svolgono i poliziotti a 4 zampe.

Oltre cento gli incontri che si sono tenuti nei vari plessi scolastici da settembre ad oggi ed oltre 4.000 studenti coinvolti. Tutti gli incontri hanno visto la partecipazione dei poliziotti dei Commissariati di Osimo, Jesi, Senigallia, Fabriano e dei poliziotti della questura.
I cinofili, grazie al prezioso ausilio dei poliziotti a quattro zampe, sono stati presenti nelle scuole al momento dell’ingresso degli studenti e durante le pause, svolgendo un’importante attività preventiva che, in alcuni casi, ha portato anche al ritrovamento, nelle vicinanze di una scuola, di alcuni grammi di hashish.
Particolare attenzione è stata rivolta ai bambini delle classi V^ delle scuole primarie, che si preparano ad affrontare l’importante passaggio alla scuola secondaria di primo grado, con incontri specificamente dedicati, volti a favorire il tema dell’inclusione, della cittadinanza attiva e della legalità nel quotidiano, per avvicinarli alla figura del poliziotto e comprendere come si tratti di amici sempre disponibili, al servizio della comunità e per qualsiasi problema o difficoltà. Inoltre, durante gli incontri i poliziotti hanno sensibilizzato giovani e giovanissimi al parlare e raccontare sempre le difficoltà, soprattutto nella difficile fase dell’adolescenza dove spesso hanno modelli di riferimento negativi e fuorvianti. Non solo lezioni ma anche dibattiti ed interazioni: i poliziotti hanno risposto alle curiosità, alle domande ed ai dubbi dei numerosissimi studenti incontrati durante questi mesi.

Gli incontri proseguiranno anche nei prossimi mesi per poi concludersi prima delle vacanze estive e degli esami che impegneranno tutti gli studenti.
«Cari studenti, cari giovani – ha tenuto a ricordare il questore – siete il futuro di questo Paese, non giratevi dall’altra parte, non siate indifferenti, siate lampioni in mezzo alla strada, le conquiste sulla legalità non sono per sempre, ogni giorno vanno confermate quindi siate protagonisti, non aspettate il testimone, ve lo dovete prendere, assumendovene il rischio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




X