facebook rss

“Suo figlio ha avuto un incidente
ma è senza assicurazione”,
falso avvocato le spilla 4mila euro

OSTRA - Denunciato per truffa e furto aggravato un 29enne napoletano. Ha telefonato a casa di una 65enne facendole crede che doveva pagare per i danni creati dal familiare. Rintracciato dai carabinieri grazie al numero di targa preso da un vicino
martedì 24 gennaio 2017 - Ore 19:10
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

Le fa credere che il figlio ha avuto un incidente e che guidava senza assicurazione, portandole via 4mila euro. Truffata una donna di Ostra. Dopo un mese i carabinieri rintracciano il malvivente e lo denunciano per truffa e furto aggravato, nei guai un napoletano di 29 anni. Perspicace un vicino di casa della vittima che aveva assistito alla scena e si era annotato il numero di targa dell’auto a bordo della quale il giovane si era poi allontanato. Ha un lieto fine l’operazione messa segno dalla compagnia dei carabinieri di Senigallia, guidata dal capitano Cleto Bucci, insieme ai militari della stazione di Ostra e dove la vittima aveva denunciato il raggiro subito. Il 28 dicembre la donna, che si trovava in casa, ad Ostra, insieme al marito invalido, aveva ricevuto una telefonata all’ora di pranzo, da un uomo che si era spacciato per un avvocato. Le aveva chiesto 5.500 euro come risarcimento danni provocati dal figlio della donna, durante un incidente, sprovvisto di assicurazione. La 65enne aveva risposto di non avere la cifra e l’uomo le aveva detto che andavano bene anche bracciali e oggetti d’oro come pagamento. Dopo qualche minuto, in casa della 65enne, si è presentato un collaboratore del falso avvocato, per riscuotere la somma. Per rendere la cosa più credibile, il finto collaboratore, poi individuato come il napoletano, ha passato il telefono alla 65enne dicendole che dall’altra parte della cornetta c’era il 112. A quel punto la denunciante, presa dall’emozione, era entrata in casa dove prelevava tutti i risparmi che teneva nascosti in un luogo sicuro e consegnava 4mila euro allo sconosciuto che subito si era allontanato. Solo dopo, telefonando al figlio, ha capito di essere stata truffata. Così si è rivolta ai carabinieri. Grazie ad un vicino di casa che aveva preso la targa dell’auto usata dal 29enne, i militari hanno raccolto informazioni utili per rintracciare l’autore della truffa.  Le indagini proseguono per individuare eventuali complici. Intanto, il 29enne napoletano, oltre alla denuncia, è stato segnalato per l’applicazione del provvedimento di prevenzione del foglio di via obbligatorio.

Redazione CA

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X