facebook rss

Laurea alla memoria
in Medicina e Chirurgia
a Noura Dachan

ANCONA - La Politecnica delle Marche ha reso omaggio alla studentessa italo-siriana, morta prematuramente nel 2014 a pochi esami dal traguardo accademico. A ritirare commosso la pergamena il padre Mohamed Nour Dachan, primo presidente dell'Unione delle comunità islamiche italiane. Il rettore Longhi: "Una donna straordinaria, prima di risorse, idee, iniziative
martedì 21 Marzo 2017 - Ore 19:13
Print Friendly, PDF & Email

Il padre di Noura, Mohamed Nour Dacha, ritira la laurea alla memoria della figlia

 

Laurea alla memoria in Medicina e Chirurgia a Noura Dachan. Oggi (21 marzo) la cerimonia alla facoltà di Torrette, presieduta dal rettore dell’Università Politecnica delle Marche, Sauro Longhi. Ospite d’onore, la famiglia di Noura, il padre Mohamed Nour Dachan è stato il primo presidente dell’Unione delle comunità islamiche italiane. Nata ad Aleppo in Siria, nel 1975 Noura era arrivata nelle Marche con la mamma quando aveva pochi giorni, per raggiungere il padre e iniziare con i genitori una nuova vita. Scomparsa prematuramente il 30 ottobre del 2014 a pochi esami al traguardo della laurea, la Politecnica ha voluto rendere omaggio a questa studentessa, esempio per tanti. Molto impegnata nella vita, per la raccolta di aiuti umanitari per le popolazioni della Siria e attiva anche nel mondo accademico: ha collaborato a lungo con il professor Carlo Catassi nell’ambito del Master italo-libico “Scienze cliniche applicate”. Aveva collaborato con la facoltà di Medicina e Chiurgia come studentessa part-time, dotata di una grande sensibilità, conosceva bene le due culture che le appartenevano, araba e italiana oltre ad essere padrona del linguaggio scientifico e della prassi medica.

«Averla a fianco è stata un’occasione davvero unica per conoscere una donna straordinaria – ha detto durante la cerimonia il Rettore Sauro Longhi – piena di risorse e di energia, di idee e di iniziative, sempre a favore degli altri. Ed anche per gettare un ponte tra due culture che ancora, pur camminando affiancate, stentano ad incontrarsi. Un cuore grande e una mente straordinaria, che ha saputo farsi apprezzare ed amare da chiunque abbia avuto la fortuna di incontrarla».

La cerimonia di consegna della laurea in Medicina e Chirurgia alla memoria di Noura Dachan

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X