facebook rss

Acqua gratuita per i marchigiani,
la proposta di Bisonni

Un impegno di 173 milioni di euro secondo la stima del consigliere regionale: "Non è utopia, si può fare in modo graduale". Ceriscioli: "Obiettivo sfidante, serve approfondimento tecnico ed economico nei prossimi mesi"
venerdì 24 marzo 2017 - Ore 15:58
Print Friendly, PDF & Email

In occasione della Giornata mondiale dell’acqua il consigliere regionale Sandro Bisonni ha illustrato una proposta di legge per garantire a tutti i cittadini delle Marche la gratuità del servizio idrico.“L’acqua è un patrimonio essenziale e indispensabile per la vita, la disponibilità e l’accesso all’acqua potabile, nonché all’acqua necessaria per il soddisfacimento dei bisogni collettivi, costituisce un diritto inviolabile e inalienabile della persona umana sancito dall’Onu.” Così il consigliere, vice Presidente della Commissione Ambiente, chiede alla Regione Marche di stabilire precise norme che possano fissare il soddisfacimento di questo grande diritto attraverso la fornitura d’acqua gratuita ad uso domestico a tutti i marchigiani. La proposta di legge è stata presentata  al presidente Luca Ceriscioli che ha accolto con interesse il documento.

Sandro Bisonni

“Sulla base dei dati statistici forniti dalle Aato delle Marche – afferma Bisonni – garantire a tutti i marchigiani la gratuità dell’acqua comporta un impegno finanziario stimato pari a 173 milioni di euro. Utopia? Non credo se si pensa che corrisponde a circa il 5% di quanto si spende ad esempio per garantire il diritto alla salute (circa 3,3 miliardi di Euro all’anno).”
La legge prevede ovviamente dei precisi vincoli di consumo per evitare che qualcuno non pagando il servizio idrico pensi sia possibile sprecare questo bene prezioso che è l’acqua in modo da garantire al contempo progressività e incentivazione al risparmio delle risorse idriche. Nel periodo sperimentale di un anno la gratuità sarà di cinquanta litri al giorno per abitante per entrare a regime nel 2019 quando la Regione d’intesa con le Aato stipulerà con le aziende distributrici d’acqua convenzioni atte a garantire a ciascun Marchigiano la gratuità del servizio per centotrentacinque litri al giorno per persona. “Ringrazio il consigliere Bisonni – aggiunge Ceriscioli – per avermi illustrato la sua proposta. Per dare concretezza a un obiettivo così sfidante serve un forte impegno di approfondimento tecnico ed economico che potrà sviluppare nei prossimi mesi”. “L’acqua – conclude Bisonni – è un bene prezioso e un diritto inalienabile e a nostro parere la Regione dovrebbe garantirlo gratuitamente come fa per altri servizi importanti per la vita umana.”

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X