facebook rss

Processionaria, il sindaco:
“Obbligo di distruzione dei nidi”

ANCONA – Firmata l’ordinanza sindacale, vale per gli alberi di proprietà privata. Multe da 77 a 500 euro per chi non la rispetta
mercoledì 29 marzo 2017 - Ore 16:24
Print Friendly, PDF & Email

Un nido di processionaria in una foto d’archivio

 

Il sindaco Valeria Mancinelli ha firmato l’ordinanza contro la processionaria. Data la pericolosità delle larve, potenzialmente pericolose sia per gli esseri umani sia per gli animali domestici, l’atto obbliga tutti i proprietari di alberi, in particolare di pini, che si trovano sul territorio comunale ad di intervenire immediatamente alla idonea disinfestazione dei nidi della processionaria, nelle modalità indicate dal Servizio Fitosanitario Regionale — Assam, valutando l’opportunità di avvalersi di ditte specializzate. In particolare i primi interventi devono essere preferibilmente effettuati fine inverno-inizio periodo primaverile. L’ordinanza impone anche il monitoraggio costante della presenza di nidi e il divieto di abbandonare nei rifiuti i rami tagliati con i nidi, che devono essere distrutti. Gli interventi in aree pubbliche invece sono a carico del Comune, che procede su segnalazione dei cittadini. La violazione dell’ordinanza è punita con una sanzione amministrativa da un minimo di 77 ad un massimo di 500 euro. Per una collaborazione contro le infestazioni, i cittadini possono contattare l’Ufficio relazioni con il pubblico attraverso il sito www.comune.ancona.it alla pagina Segnala Reclama Suggerisci – Animali molesti oppure al numero verde gratuito 800 653413

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X