facebook rss

Vento in poppa a Marinadorica:
posti barca sold out,
nuova viabilità ed eventi

ANCONA - Lontana la crisi che ha stretto il porto turistico negli anni passati. Molte le richieste di transito e tariffe ridotte. Il Triangolone sempre più luogo della movida estiva cittadina
venerdì 31 marzo 2017 - Ore 10:28
Print Friendly, PDF & Email

Le barche ormeggiata a Marina Dorica (foto d’archivio)

 

di Agnese Carnevali

Si annuncia una stagione a gonfie vele per Marina Dorica. Ormai alle spalle i tempi duri della crisi, il porto turistico di Ancona fa il pieno di richieste per le barche in transito che decidono di sostare nel porticciolo, provenienti sia dall’Italia sia dall’estero. Mentre si è arrestata la corsa alla vendita del posto barca di proprietà. Bene anche gli spazi commerciali del Triangolone, quasi al completo dopo l’arrivo del Mezzo Marinaio di Boari, che richiamano non solo i diportisti, ma anche gente dalla città. La nuova era del porto turistico, sempre più meta gettonata, ha portato alla riorganizzazione della viabilità interna. A breve sarà installata una nuova sbarra, dopo il vialone della fontana, che verrà chiusa nei momenti di maggior affluenza, consentendo l’ingresso e la sosta nel perimetro del Triangolone solo agli assegnatari di posto barca. Per gli altri, l’accesso a bar, ristoranti e negozi, sarà consentito solo a piedi.

«Solo una misura precauzionale, per evitare i problemi di traffico che lo scorso anno, in concomitanza di serate praticolarmente partecipate, si sono creati – afferma il direttore di Marina Dorica Leonardo Zuccaro -. Nessnuna volontà di limitare la fruizione del porticciolo che anzi vuole essere sempre più punto di aggregazione per la cittadinanza. La sbarra entrerà in funzione solo in situazioni particolari, comunque per tutti sarà sempre possibile parcheggiare lungo tutto il vialone della fontana, solo l’area attorno al Triangolone sarà interdetta ai non possessori di barca».

Nessuna ombra sugli incendi che hanno colpito il porto turistico qualche giorno fa ed il mese scorso. Le fiamme nello spogliatoio sono divampate a causa di un corto circuito, limitati i danni. Mentre il fuoco del mese scorso ha colpito un capannone esterno al porticciolo, della Welcome sail. Gli impianti di videosorveglianza hanno escluso nell’uno e nell’altro caso qualsiasi sospetto di dolo.

Quasi sold out le prenotazioni per i posti barca in transito, dai 330 euro al mese (per le barche non oltre i 7 metri) ai 2.145 (per le barche di 22 metri) in alta stagione, dal 1 maggio al 30 settembre. In bassa stagione da 165 a 1.072. «Il 2% in meno rispetto allo scorso anno – sottolinea Zuccaro -. È il terzo anno consecutivo di ribassi, nei due anni precedenti siamo scesi del 2,5%, quest’anno del 2, nell’ottica di riduzione dei costi, ma non della qualità dei servizi». Diminuiti i prezzi anche per i proprietari.

Dunque l’estate del marina anconetano è pronta a salpare. Anche per quest’anno si riproporrà la formula degli eventi negli spazi del Triangolone, con l’intento di aprire sempre più il porto alla cittadinanza e non solo ai diportisti, che comunque non disdegnano il clima di vacanza all’interno di Marinadorica.

«Stiamo mettendo a punto in questi giorni il calendario degli eventi, mentre è definito già da tempo quello delle regate, praticamente avremo un appuntamento velico ogni settimana» riprende Zuccaro. Riconfermata anche per quest’anno la collaborazione alla manifestazione Tipicità in Blu, che amplia il numero delle sue location in città. Non solo la Mole ma, appunto, anche Marinadorica. Il dettaglio dell’iniziative all’interno del format dedicato alle eccellenze del mare Adriatico, martedì prossimo, 4 aprile, alla Bit di Milano. Sarà proprio Tipicità in Blu ad inaugurare la stagione estiva al marina di Ancona, il 27 e 28 maggio. In cartellone, un concrso per le classi seconde delle scuole medie, che dipingeranno delle vele sul tema Ancona e il mare, poi il talk show con i campioni Michele Regolo, olimpionico, e Giorgia Speciale e la seconda edizione della sailing chef, la competizione che unisce le capacità veliche ed agonistiche a quelle ai fornelli. In occasione di Tipicità in Blu verranno poi scoperte le due targhe che daranno i nomi a due moli di Marinadorica, intitolati uno a Riccardo Stecconi, una delle personalità del mondo della vela e non solo più rappresentative della città, e l’altro ad Orlando Grassoni, velista avventuriero di Ancona, che nell’800 intraprese la traversata dell’Atlantico, dall’Uruguay fino a Gibilterra, con una barca di soli 9 metri per portare un omaggio a Garibaldi.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X