facebook rss

Vicino violento: “Incendio il condominio
e vi ammazzo”

ANCONA - Denunciato per stalking un 36enne. Si sarebbe accanito con fare persecutorio contro una famiglia e l'intera palazzina. Danneggiato il portone e la cassetta della posta. A marzo aveva già avuto un divieto di dimora nel comune di residenza
venerdì 31 Marzo 2017 - Ore 13:59
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Minacce di morte a tutta la famiglia, danneggiamenti alle loro proprietà e un accanimento violento contro tutto il condominio. Denunciato per stalking un 36enne, M. C. . L’uomo è residente in una piccola città vicino ad Ancona. La denuncia è partita nelle ultime ore, dopo l’intervento della squadra mobile dorica. Una famiglia, che risiede nel palazzo dove abita il 36enne, si è rivolta alla polizia dopo i continui atti persecutori che l’uomo avrebbe compito nei confronti di tutti i componenti, anche contro i bambini minori della coppia. Su di loro, e sui residenti dello stesso palazzo, minacce di morte. «Tanto vi ammazzo tutti, condominio di m.» e «Prima o poi la pagate, vi incendio la macchina». Queste alcune delle frasi messe a verbale. La famiglia era terrorizzata perfino di incontrarlo per le scale. Un atteggiamento che avrebbe riservato anche ad altri, nella stessa palazzina tanto che a marzo era stato oggetto di un provvedimento di allontanamento dal comune di residenza, per divieto di dimora, e quindi dalla stessa abitazione del condominio. Un provvedimento che non aveva rispettato. A carico dell’uomo numerosi precedenti penali per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, reati contro il patrimonio come rapina ed estorsione, porto d’armi e oggetti atti ad offendere, maltrattamenti in famiglia, minaccia e atti persecutori, oltraggio a pubblico ufficiale, sospensione e revoca della patente di guida. Stanca di vivere nel terrore è partita la denuncia da parte della famiglia. E’ stata la madre dei bambini minori nonché moglie dell’uomo che aveva subito minacce. Il 36enne avrebbe danneggiato la loro cassetta della posta e distrutto il portoncino condominiale. A febbraio aveva divelto tutte le prese elettriche condominiali e urlato minacce di morte nei confronti di tutto il condominio.

(Mar. Ve.)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X