facebook rss

Girano con lame e tirapugni
in auto: due denunciati

ANCONA – La polizia ha fermato un peruviano e un anconetano per possesso illegale di armi
sabato 1 Aprile 2017 - Ore 13:13
Print Friendly, PDF & Email

Ai poliziotti ha detto di avere molta fretta e chissà dove se ne stava andando con una lama da 30 centimetri nascosta in auto. Per questo è stato denunciato dagli agenti delle volanti un peruviano di 49 anni. Ma non è stato l’unico ad essere fermato in possesso di vere e proprie armi. Anche un anconetano di 26 anni ha dovuto spiegare perché girasse con un tirapugni di ferro nella tasca portaoggetti della sua auto. Denunciato pure lui. Durante i controlli degli agenti della squadra volante della polizia di ieri notte è venuto fuori il lato più violento della città. Attorno alle 2 di notte, la pattuglia in via Colombo ha fermato un’auto con quattro persone a bordo. Il conducente, un cittadino peruviano di 49 anni, ha subito cercato di tagliare corto con la polizia, dicendo di avere molta fretta. Gli agenti non ci sono cascati e hanno proseguito con la perquisizione del mezzo, tirando fuori dal tappetino posteriore dell’auto un coltello da 30 centimetri. Denunciato per possesso illegale dell’arma. Poco prima e poco distante, alle 22,30 in zona Piano, gli agenti hanno fermato anche una utilitaria con tre ragazzi a bordo, che alla vista della pattuglia hanno cercato di sfuggire in via Fiorini. Fermati e controllati, alla guida c’era un anconetano di 26 anni, già conosciuto dalle forze dell’ordine, che girava con un tirapugni di ferro nella tasca portaoggetti dal lato del guidatore. In auto anche una scatola con una quindicina di grossi petardi del tipo “superzeus”. Accompagnato in questura, anche il giovane è stato denunciato per il possesso illegale dell’arma.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X