facebook rss

La domus romana
è ridotta a discarica

ANCONA – Il sito archeologico di via Matas è irriconoscibile, tra erbacce e bottiglie di birra
giovedì 6 Aprile 2017 - Ore 16:13
Print Friendly, PDF & Email

Il sito archeologico di via Matas- via Orsini

I cumuli di bottiglie vuote gettati nella domus

 

Se non fosse per la scarna cartellonistica della Soprintendenza, servirebbe davvero l’occhio da archeologo di Indiana Jones per riconoscere la domus romana tra via Matas e via Orsini. Irriconoscibile, il sito archeologico è invaso da erba alta e cumuli di bottiglie di birra vuote. Da rifiuti e incuria, spuntano le basi delle colonne del peristilio datato I secolo d.C. , testimonianza antica di un porticato di una villa romana di prestigio. Una fine davvero ingloriosa per il sito archeologico, a cui si può accedere dal cortile interno di un condominio al termine di via Matas oppure da via Orsini, la traversa che da via Fanti conduce alla chiesa di San Francesco alle Scale.

(E. Ga.)

Rifiuti nel sito

 

La vista da via Orsini

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X