facebook rss

Post su morte Giuliani:
Urbisaglia espulso dal Pd

ANCONA - E' la decisione presa all'unanimità stamattina dalla Commissione comunale di Garanzia del partito, che ha commitato la sanzione più grave prevista dallo statuto dei democrat al consigliere comunale e provinciale. Nel pomeriggio lui si è autosospeso dal partito: resta in consiglio comunale ma dovrà decidere in quale gruppo confluire. Domani l'assemblea cittadina potrebbe affrontare la questione. Il sindaco Mancinelli: "Ora un silenzio di riflessione per tutti"
domenica 23 luglio 2017 - Ore 19:24
Print Friendly, PDF & Email

Il consigliere comunale e provinciale del Pd di Ancona, Diego Urbisaglia

E’ finita come lasciavano presumere già ieri le avvisaglie. Cancellazione dell’anagrafe degli iscritti e dall’albo degli elettori per Diego Urbisaglia, il consigliere comunale provinciale del Pd di Ancona che aveva scritto sulla sua pagina Facebook che per Carlo Giuliani, ucciso durante i disordini del G8 di Genova nel 20012, serviva “una mira migliore” (leggi l’articolo). Così ha deciso all’unanimità la Commissione comunale di Garanzia del partito, riunitasi stamattina.

Le frasi pubblicate da Urbisaglia sul suo profilo Facebook la notte del 20 luglio, a cui nella mattinata seguente sono state aggiunte le scuse perché “troppo forti”, notando però “quanta ipocrisia” sui fatti di Genova del 2001

Si tratta in pratica dell’espulsione, la sanzione più grave prevista dallo statuto del Pd. Lo stesso Urbisaglia, sentito oggi dalla Commissione, si è autosospeso dal Pd nel pomeriggio. Ora ha la possibilità di presentare ricorso “agli organi di garanzia di livello superiore”, cioè la Commissione regionale. Se l’espulsione venisse confermata, può accedere agli organi di garanzia a livello nazionale. Urbisaglia resta comunque consigliere comunale, a questo punto fuori dal gruppo consiliare Pd e dovrà decidere dove collocarsi. Il Consiglio comunale di Ancona è convocato per domani mattina ed è molto probabile che si parli della questione.

Il sindaco Mancinelli

“Circa quanto avvenuto attorno alle recenti dichiarazioni del consigliere comunale Urbisaglia, concordo ovviamente con il documento del Partito Democratico, che infatti ho sottoscritto: esistono delle regole in una comunità politica e queste regole vanno rispettate da tutti coloro che ne fanno parte. – ha commentato nel tardo pomeriggio di oggi  il sindaco di Ancona, Valeria Mancinelli – Il rigore dimostrato dal Partito in questo caso è peraltro lo stesso che mi aspetto di vedere verso comportamenti altrettanto disdicevoli, che non sempre trovano puntuale censura. Mi rammarico, da sindaco, del fatto che le dichiarazioni di un membro della maggioranza siano state tali da arrecare offesa a una famiglia, e prendo atto del fatto che lo stesso consigliere se ne è scusato, accettando con serietà le conseguenze di quanto detto. In casi come questi, dopo tante parole, resta opportuno un silenzio di riflessione per tutti”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X