facebook rss

Corso Garibaldi diventa cinema all’aperto
con i film di Corto Dorico

ANCONA – Sugli schermi delle panchine tecnologiche, fino a domani notte, si terranno le proiezioni delle opere che sono state in gara nel festival anconetano dedicato ai cortometraggi
sabato 2 Settembre 2017 - Ore 11:24
Print Friendly, PDF & Email

Le panchine di corso Garibaldi con la proiezione dei film di Corto Dorico

L’isola pedonale si fa cinema all’aperto, nella notte a partire dalle 21.30 sugli schermi delle panchine tecnologiche di corso Garibaldi vengono proiettati i film in mostra nel festival anconetano Corto Dorico. Le proiezioni rientrano nel programma di Oltre Mole. I cortometraggi continueranno ad essere proiettati “in loop”, ovvero di continuo uno di seguito all’altro, fino a domenica 3 settembre. Tra gli altri piccoli capolavori in mostra ci saranno anche i lavori del regista Simone Massi, pluripremiato in tutto il mondo e autore dal 2012 al 2016 dell’immagine del festival di Venezia. Una curiosità, raccontata da Valerio Cuccaroni dell’associazione Nie Wiem: Corto dorico è un nome inventato da Antonio Luccarini, quando era assessore alla cultura del comune di Ancona e finanziò l’edizione zero del festival, organizzata nel 2003 da Nie Wiem. Il nome deriva appunto dall’idea di portare i corti in città: Corto Dorico dall’assonanza corto-corso e l’origine dorica di Ancona. Dopo 14 anni e 14 edizioni quella visione è diventata realtà, con la proiezione di Corto Dorico nelle isole tecnologiche di corso Garibaldi.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X