facebook rss

Trofeo Coni: Marche oro nell’atletica e
nel nuoto sincronizzato
Lo show di chiusura

SPORT - La regione chiude all'ottavo posto nella classifica generale. Trionfa la Lombardia. Cerimonia di chiusura mozzafiato alla Rotonda a Mare di Senigallia: fuochi d'artificio, discoteca sotto le stelle ed il duello rap tra gli atleti. (Fotogallery)
domenica 24 Settembre 2017 - Ore 21:31
Print Friendly, PDF & Email

Lo spettacolo dei fuochi alla Rotonda a Mare per la cerimonia di chiusura del Trofeo Coni

 

I giovani atleti durante la discoteca sotto le stelle per la cerimonia di chiusura del Trofeo Coni

 

(foto di Giusy Marinelli)

È la Lombardia a conquistare il 4° Trofeo Coni. Le Marche chiudono all’ottavo posto, con nove medaglie ed i due ori di atletica e nuoto sincronizzato. Ma i risultati, seppure importanti, sembrano rimanere un dettaglio di questo festival nazionale dello sport giovanile che ha regalato emozioni e divertimento. Senigallia, quartier generale della manifestazione che ha coinvolto altri 11 comuni della regione, supera la prova dell’accoglienza, ospitando oltre 4 mila persone, ed il Coni centra l’obiettivo della promozione sportiva e realizza quella volontà più volte espressa dal presidente del comitato regionale Fabio Luna, di rendere il Trofeo prima di tutto «un’sperienza indimenticabile per i ragazzi».

Se la cerimonia di apertura aveva lasciato tutti a bocca aperta e con il naso all’insù per vedere i supereroi volteggiare dall’alto del Collegio Pio IX di piazza Garibaldi, quella di chiusura ha regalato un vero spettacolo, con i fuochi artificiali ad illuminare la Rotonda e la discoteca sotto le stelle. Un vero momento di festa con i giovani atleti che, lasciati agonismo e competizione, hanno duellato scherzosamente a ritmo di rap sul palco e ballato insieme. E certo non è mancato il momento della coppa al cielo alzata dalla delegazione della Lombardia che si è imposta sulle altre regioni e sulle tre rappresentative straniere. Nessuna invidia ed applausi sinceri dal piazzale della Libertà in questo evento dove protagonista è stato lo sport più autentico e genuino.

Lo staff del Coni Marche ed il presidente Fabio Luna durante i festeggiamenti in occasione della cerimonia di chiusura del Trofeo

I RISULTATI

La squadra dell’atletica, medaglia d’oro nella disciplina

 

Le Marche chiudono ottave, con gli ottimi risultati dell’atletica e del nuoto sincronizzato. Sono i due ori portati a casa dalla regione. Nell’atletica medaglia d’oro per Sofia Coppari, Francesca Cuccù, Eleonora Fazi, Filippo Gabriele Danieli, Alessandro Giacometti, Daniele Silvestri che hanno portato alti i colori della regione nelle gare di triathlon (60 metri ostacoli, getto del peso e salto in alto). Francesca Cuccù ha conquistato il primo posto anche nell’individuale con 9.71 negli ostacoli, 11.23 nel peso e 1.43 nel salto in alto. Le ragazze di Rossana Orazi, Martina Forconi, Siria Cardogna, Eleonora Bevilacqua, Camilla Scialpi sono salite sul primo gradino del podio nel nuoto sincronizzato.

Le campionesse del nuoto sincronizzato

A comporre il medagliere marchigiano anche le quattro medaglie d’argento: la danza sportiva, con Chiara Pasqualini, Sofia Galeazzi, Valeria Sciore, Alessia Bagnarelli, Jonathan Gambardella, Gabriele Cesaretti, il tamburello con la squadra composta da Maria Cristina Vincenzi: Sara Storoni, Giulia Fabbrizi, Selma Jkaoua, Lucia Muratori, Mauro Dorazi, Andrea Aloisi, Guglielmo Ballarini, Matteo Costantini, il pattinaggio corsa con Giulia Presti Federica Grilli, Filippo Moroni, Alessandro Carnevali. E ancora i giochi e sport tradizionali, ovvero la squadra di ruzzola e freccette composta da Aurora Jonuzoski, Riccardo Simonetti, Riccardo Traini, Paolo Loreti. Terzo gradino del podio per il ciclismo (Claudia Massaccesi, Riccardo Cervellini, Mattia Ascani, Massimo Bugiolacchi), lo sci nautico/wakeboard (Vanessa Tittarelli, Emily Paolillo, Giulio Pangrazi, Giorgio Bartolini) ed il softball misto (Maria Guerrini, Caroline Escobar, Letizia Lelli, Yara Vella, Sofia Guerrini, Marco Eugeni, Riccardo Di Biagio, Matteo Di Chiara, John Junior Escobar, Filippo Tirabassi).

 

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X