facebook rss

Giunta Santarelli: 30mila euro in più
di indennità rispetto a Sagramola

FABRIANO - Spese aumentate per la Giunta pentastellata rispetto alla precedente, di 2.500 euro al mese. Sì alla variazione al bilancio pluriennale, nonostante le polemiche sui costi del villaggio di Natale. Scelto il 2 maggio come giorno per ricordare i partigiani e la Resistenza della città
Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio Comunale in assemblea

 

il centro di Fabriano, piazza del Comune

di Sara Bonfili

La Giunta Pentastellata costa di più della precedente. Questo uno dei fatti emersi nel Consiglio Comunale di ieri sera, oltre alle discussioni su sicurezza, spese immediate, pari opportunità e ricordo delle vittime della Resistenza. Diversi i temi all’ordine del giorno, ma ad accendere i toni del dibattito è stata l’interrogazione Pd sul costo della Giunta ha acceso i toni. Il capogruppo Pd Giovanni Balducci ha sollevato il dubbio: sono aumentate le spese per gli emolumenti della giunta? L’assessore al bilancio Bolzonetti, leggendo il documento predisposto dalla Dirigente dei servizi finanziari De Simone, conferma: la giunta Santarelli costa circa 2.500 euro in più al mese, per un aumento di circa 30 mila euro rispetto la precedente, per la mancanta decurtazione delle indennità che invece aveva attuato Sagramola. Balducci e Pallucca critici, dichiarando che la precedente giunta aveva dimezzato i propri emolumenti, e chiedendo, infine, “soltanto chiarezza”. Altro affondo dell’opposizione è arrivato sull’Atelier di Legatoria nel contesto della “Civiltà della scrittura – San Benedetto” da parte del consigliere Balducci (Pd). L’assessore alla cultura Venanzoni ha replicato lasciando in sospeso l’istituzione dell’atelier. Il motivo? Le stesse per la mancata realizzazione del museo archeologico multimediale: si cercano le risorse per istituirli e farli funzionare.

il chiostro del San Benedetto

La chiusura sportelli bancari, come quello di Veneto Banca del quartiere Borgo, è stato il tema dell’interpellanza di Vanio Cingolani a cui risponde l’assessore Bolzonetti, portando come giustificazione le valutazioni economico-finanziarie estranee alle competenze amministratori locali, e legate invece ad acquisizioni e razionalizzazioni. Quella delle banche venete da Intesa, ad esempio, comporterà la chiusura di 660 sportelli in tutto. “Salvaguardia dei depositi”, il punto centrale del sindaco, intervenuto con il suo personale impegno.

Acquisito il parere favorevole del collegio dei revisori, l’assessore Bolzonetti ha quindi proposto la variazione di bilancio pluriennale 2017-2019. Compresi nella manovra ci sono l’aumento di stanziamenti per il sociale e per il finanziamento delle attività natalizie (30mila euro per le casette del mercatino, e 72 mila euro per l’acquisto della pista di ghiaccio ecologica, contro le 12mila circa delle spese di acqua e luce delle scorse giunte per le piste di vero ghiaccio, più il costo dell’affitto). Casette e pista a centro delle critiche dei consiglieri Stroppa, Cingolani, Arteconi perché ritenute troppo onerose. La maggioranza fa fronte compatto su questi finanziamenti: l’assessore alle attività produttive Pagnoncelli porta la motivazione che la spesa della pista, il cui costo equivarrebbe a quello per l’energia per il raffreddamento del ghiaccio delle piste acquistate negli scorsi anni, sarà ammortizzata nel tempo. Si attendono altre manifestazioni per cui secondo l’esecutivo saranno utilizzabili, nei prossimi Natali e nei prossimi anni, compreso il meetting delle città Unesco 2019.

Infine, il 2 maggio sarà il “Giorno della Ricordanza”, in memoria delle vittime cadute per la Resistenza e la liberazione di Fabriano. La proposta è arrivata dal Centro Studi Don Riganelli, ANPI e l’Associazione “Labstoria” di Fabriano ed è stata illustrata dallo storico professor Baldoni. Nessuna donna straniera invece si è proposta nel bando atto a far rispettare le pari opportunità in città: sono quindi 7 i membri, più 2 supplenti, per la Commissione alle Pari Opportunità, votata e confermata nella sua totalità italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X