facebook rss

Chatta al volante,
video-denuncia accusa autista del bus

ANCONA - I filmati amatoriali sono stati girati da un passeggero che li ha poi postati su Facebook, scatenando le ire degli utenti per il comportamento tenuto dal conducente alla guida del bus. Conerobus apre l'indagine interna: "Pronti a sanzionare il comportamento irresponsabile"
Print Friendly, PDF & Email

SECONDA PUNTATA DELLA SAGACONEROBUS…..E NON FINISCE QUI….

Pubblicato da Franco Gattafoni su Domenica 17 dicembre 2017

Il conducente del bus alla guida con lo smatphone in mano in un frame del video

 

Con una mano tiene il volante del bus, con l’altra maneggia il telefono per mandare messaggi. È quanto emerge dai video amatoriali che immortalano un autista Conerobus intento ad utilizzare il cellulare mentre è in servizio. I filmati sono stati girati qualche giorno fa da un fruitore del servizio pubblico in due tranche, per oltre 5 minuti di filmino. In totale, sarebbero stati girati 6 video. Lo stesso passeggero, che ha condiviso i filmati su un gruppo Facebook dedicato alla città dorica, è stato convocato per oggi pomeriggio alle 18 dal presidente Conerobus Maurizio Papaveri per avere maggiori informazioni sull’autista che avrebbe commesso l’infrazione. Dalle immagini, è possibile vedere il conducente non staccare mai la mano dal suo smartphone mentre tiene il volante e aziona i comandi per far entrare e uscire i passeggeri dal mezzo. Mentre le strade percorse cambiano per il movimento del bus (tra le altre, si può riconoscere via Torresi all’angolo con una trafficatissima piazza Ugo Bassi), l’atteggiamento del conducente sembra proseguire senza sosta. Nel video, non è stato immortalato il volto dell’autista. Solo il suo abitacolo e l’immancabile smartphone utilizzato durante la corsa, probabilmente per chattare e mandare messaggi. I filmati sono stati presto condivisi sui social, dove gli utenti hanno risposto alla visione con commenti di scherno e indignazione pronunciati nei confronti dell’ignoto conducente. L’azienda Conerobus parla di “comportamento irresponsabile” del dipendente e avvia l’indagine interna per risalire all’autista. L’azienda dichiara di essere “pronta a sanzionare” il conducente che avrebbe commesso “la grave infrazione, mettendo a repentaglio l’incolumità dei passeggeri”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X