facebook rss

Centro Islamico in aiuto dei rimpatri volontari,
800 domande da tutte le Marche

FABRIANO - “Revita – stai pensando di tornare a casa?” è il nome del progetto per combattere l'immigrazione clandestina presentato oggi al centro islamico fabrianese La misericordia. E' possibile presentare la richiesta di sussidio fino al 31 dicembre
giovedì 21 Dicembre 2017 - Ore 16:46
Print Friendly, PDF & Email

Matteo Simoni e Kader Mekri (foto Daniele Gattucci)

 

Lamberto Pellegrini e Kader Mekry (foto Daniele Gattucci)

 

Aiuti economici e assistenza legale per gli stranieri che vogliono rimpatriare, presentato il progetto in collaborazione con l’Ufficio International Organization for Migration (IOM). Sono 1.500 i posti disponibili nelle Marche, e 800 le domande di rimpatrio volontario degli immigrati finora pervenute, c’è tempo fino al 31 dicembre per accogliere le richieste. Il progetto “Revita – stai pensando di tornare a casa?” è stato illustrato al Centro Culturale Islamico della Misericordia di Fabriano in via Cavallotti, con la collaborazione dell’Ambito Territoriale 10, presente il suo coordinatore Lamberto Pellegrini, il Counselor Regionale Marche Matteo Simoni e il direttore del centro culturale Kader Mekri. I promotori hanno spiegato la possibilità per gli immigrati di aver aiuti per rimpatriare, qualora non si riesca a provvedere da soli, grazie allo IOM e ai servizi sociali presenti sul territorio. Lo IOM di ogni paese d’origine può fornire i soldi necessari per chiedere l’assistenza, biglietti, documenti, un sussidio di reintegrazione, tutto al consolato. “Lo IOM ha 480 sportelli nel mondo con molte finalità, tra cui queste”, come ha spiegato il counselor Matteo Simoni. “Si può telefonare allo IOM (06-4416091) oppure ci si può rivolgere agli Uffici dei Servizi Sociali del Comune o allo stesso Ambito 10 di Fabriano”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X