facebook rss

Concerto con il vescovo
all’auditorium San Francesco

CASTELFIDARDO - L'appuntamento a ingresso libero, coincide con il decennale della civica scuola di musica Soprani ed è fissato per il pomeriggio del 26 dicembre: Mons Angelo Spina incontrerà mezz'ora prima la comunità alla messa alla Collegiata
giovedì 21 Dicembre 2017 - Ore 14:38
Print Friendly, PDF & Email

L’auditorium San Francesco di Castelfidardo

Il concerto per tre pianoforti e orchestra sublima le festività natalizie di Castefidardo, il tradizionale appuntamento del 26 dicembre e il decennale della civica scuola di musica Soprani. A dare ulteriore spessore all’evento, l`annunciata presenza del nuovo vescovo Spina, cui la comunità civile e religiosa darà il benvenuto ufficiale mezz’ora prima della rappresentazione e che concelebrerà poi la Santa Messa delle 18.30.- fa sapere una nota stampa del Comune di Castelfidardo- La location si sposta quest’anno in Auditorium San Francesco (ore 17, ingresso libero) sotto l’egida della Parrocchia Collegiata, per meglio apprezzare il repertorio dedicato principalmente a Wolfgang Amadeus Mozart. Fiore all’occhiello, la composizione da egli stesso concepita per essere eseguita assieme agli allievi, prevedendo un primo pianoforte trainante (nella fattispecie interpretato dal direttore dell’Accademia pianistica Unisonon Emiliano Giaccaglia) accompagnato da un secondo (Lorenzo Marchesini) e da un terzo (la 16enne Elisa Borghetti) dalle scritture più scorrevoli”.

In programma anche la Missa brevis cantata dai solisti dell’Accademia lirica Mario Binci (baritono il maestro Alessandro Battiato, tenore Andrea Concu, contralto Tatiana Rachkova, soprano Chiara Mosca) e dal coro della scuola civica preparato anche dal maestro sostituto Andrea Rocchetti. Un contesto prestigioso in cui si conferma la partecipazione dell’orchestra sinfonica Rossini in formazione da camera diretta dal Maestro Noris Borgogelli e il sostegno dell’Amministrazione comunale, della fondazione Carilo e di Rossini Pianoforti.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X