facebook rss

Rotary Falconara, un progetto
sui disturbi dell’apprendimento

SALUTE - Lo screening per individuarli coinvolgerà 120 studenti dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e del primo e secondo anno della primaria dell’Istituto Comprensivo Galileo Ferraris
mercoledì 17 Gennaio 2018 - Ore 12:09
Print Friendly, PDF & Email

Rotary Falconara, la preside Maria Ambrogini durante la presentazione del progetto

Per prevenire i disturbi dell’apprendimento e intervenire con progetti mirati, ecco uno screening per individuarli. Partirà nel mese di gennaio il progetto finanziato dal Rotary Club di Falconara che coinvolgerà 120 alunni dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e del primo e secondo anno della primaria dell’Istituto Comprensivo Galileo Ferraris. L’iniziativa è stata illustrata ai genitori dalla dirigente scolastica Maria Ambrogini nel mese di dicembre. Lo screening prevede prove di lettura, dettati, prove di scrittura e di grafia e prove di matematica. Prove che saranno seguite da un gruppo di esperti, guidati da Pamela Appolloni, psicologa clinica esperta nei disturbi specifici dell’apprendimento, della cooperativa sociale Gammanì di Monte San Vito che si occupa proprio di queste problematiche. “È spontaneo chiedersi perché il Rotary ha finanziato questo progetto – ha detto il presidente rotariano Oscar Simoncelli – ma noi siamo un club service che ha, tra le sue finalità, quella di servire la collettività al di sopra di ogni interesse personale, puntando sull’amicizia e sulla solidarietà”.

L’individuazione tempestiva dei disturbi dell’apprendimento permette, infatti, la messa in atto di provvedimenti didattici, di supporto all’alunno e ai docenti, che possono modificare notevolmente il percorso scolastico e il destino personale degli studenti e, soprattutto, prevenire la dispersione scolastica intervenendo sull’autostima e sulla motivazione allo studio. “Il Rotary di Falconara – ha spiegato la Ambrogini – nella sua azione verso i giovani e nella promozione di attività culturali, ha già finanziato in passato alcune attività culturali di altri istituti scolastici di Falconara, Chiaravalle, Montemarciano e Camerata Picena. Abbiamo colto con entusiasmo questa opportunità, in quanto il Rotary è sensibile alle problematiche giovanili e condivide con la scuola la priorità di prevenire gli ostacoli che si frappongono al pieno successo formativo dei nostri ragazzi”.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X