facebook rss

‘Operazione Danubio’,
il convegno ottiene il patrocinio
della Repubblica Ceca

OSIMO - E' il primo appuntamento pubblico dedicato alla Storia e racconterà della fine della Primavera di Praga. Sarà organizzato a maggio dal Museo del Figurino storico di Osimo negli spazi dell'ex circolo dei Senza Testa con il sostegno simbolico dell'ambasciata ceca
Print Friendly, PDF & Email

Benedetto Barbalarga, presidente del Museo del Figurino storico di Osimo e collezionista, sul suo Brdm, il blindato demilitarizzato dall’esercito della Repubblica Ceca

Ha ottenuto il patrocinio della Repubblica Ceca, la conferenza pubblica organizzata dal Museo del Figurino storico in programma per metà maggio a Osimo. L’incontro pubblico che si terrà negli spazi dell’ex circolo dei Senza Testa di via Cinque Torri, si intitolerà ‘Operazione Danubio. L’invasione della Cecoslovacchia da parte dei Paesi del Patto di Varsavia 21 agosto 1968’. Una pagina di storia narrata dal giornalista Sergio Sparapani e che coinvolgerà nel dibattito oltre al pubblico una platea di studenti delle scuole non solo osimane. “Sulla base delle fonti disponibili in italiano, inglese e francese, Sergio Sparapani descriverà le operazioni militari, la strategia adottata dal comando del Patto di Varsavia e lo svolgimento dell’azione dal blitz all’aeroporto di Praga alla resistenza passiva, e attiva, adottata dalla popolazione ceca e slovacca. – anticipa Benedetto Barbalarga, colelzionista osimano e presidente del Museo del figurino storico- E attraverso le immagini fotografiche che hanno immortalato quei momenti ricorderà le oltre 500 vittime contate tra i cittadini cecoslovacchi”. Uno spaccato storico incastonato in un’epoca di grandi cambiamenti geopolitici e sociologici. “Mentre in Occidente, nel 1968, si assisteva a una mobilitazione contro un ‘sistema’ con molte carenze ma pur sempre democratico, in Polonia e Cecoslovacchia si lottava per acquisire le libertà occidentali – ricorda Barbalarga – Ma i fermenti di rivolta in atto dall’altra parte del muro per lo più sono stati ignorati dalla contestazione studentesca e dagli stessi analisti e osservatori politici del tempo”.

La seconda vita dell’ex circolo dei Senza Testa: mostre, convegni e laboratori (Video)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X